Kubica e Gasly si sono lamentati di avere una visuale non chiara in Australia dello spegnimento delle luci

In vista del Gran Premio del Bahrain, la FIA dovrà fronteggiare un inusuale problema che è sorto a Melbourne. Sulla griglia di partenza della gara inaugurale infatti, Robert Kubica e Pierre Gasly hanno riscontrato alcune difficoltà nel momento in cui i semafori si sono spenti. Il polacco della Williams, ha puntato il dita sulle dimensioni dell’ala posteriore di chi lo precedeva, in particolare modo di Carlos Sainz: ”Quando mi sono fermato sulla griglia, non riuscivo a vedere le luci del semaforo. L’ala posteriore della McLaren di Sainz me lo impediva. Riuscivo a vedere solo la prima parte mentre il resto restava nascosto. Sono stato costretto a spostarmi leggermente a sinistra ed è stato un momento in cui c’è stato un po’ di panico”.

La stessa problematica l’ha evidenziata il nuovo arrivato in casa Aston Martin Red Bull Racing, Pierre Gasly: ”Con le nuove ali posteriori, che sono più grandi, si fa fatica a vedere bene il semaforo. Per questo ho staccato la frizione solo una volta che sono partiti gli altri ed ho perso un paio di posizioni”. Dopo queste segnalazioni, la FIA sta collaborando con F1 Group per migliorare l’attuale situazione, specialmente per colori che scattano in fondo al gruppo. Si pensa di posizionare una fila di semafori a centro griglia, cosa già avvenuta nel 2009 quando l’ala posteriore venne alzata. Tale soluzione venne poi rimossa nel 2017, una volta che le ali erano tornate a dimensioni più lineari e basse.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: