News F1 sarà in pista per raccontarvi l’ultimo appuntamento del mondiale 2019. La Ferrari vuole chiudere in bellezza ma ad Abu Dhabi la Mercedes è imbattibile dal 2014.

La Formula 1 è pronta a calare il sipario sulla stagione 2019. Come avviene ormai da cinque anni, il mondiale terminerà con il Gran Premio di Abu Dhabi, sullo Yas Marina Circuit. Qui a farla da padrone è ovviamente la Mercedes, vincitrice delle ultime cinque edizioni ed imbattuta nell’era della power unit. Lewis Hamilton e Nico Rosberg si sono giocati il mondiale in un paio di occasioni nella notte degli Emirati Arabi Uniti, con il britannico che l’ha spuntata per primo, cedendo poi il passo al tedesco nel 2016.

La Red Bull targata Honda proviene dal successo ottenuto in Brasile con Max Verstappen e può vantare una tradizione positiva qui ad Abu Dhabi. Sebastian Vettel ha infatti dominato le prime due edizioni targate 2009-2010, vincendo anche il mondiale in questa occasione. Nel 2011 è arrivata la prima vittoria di Hamilton, bravo ad approfittare del ritiro causa foratura di Seb occorso alla seconda curva. Nessuno può dimenticare l’edizione 2012, con il successo della Lotus di Kimi Raikkonen che riuscì a tenere dietro la Ferrari di Fernando Alonso. L’anno dopo è ancora la coppia Vettel-Red Bull a dominare, vincendo con oltre mezzo minuto sul compagno di squadra Mark Webber.

Nell’albo d’oro dunque, non figura il Cavallino rampante. La pista di Abu Dhabi ha sempre regalato delusioni a Maranello, prima su tutte quella anticipata del mondiale perso dallo spagnolo. L’errore strategico fu clamoroso e consegnò all’allora giovanissimo Vettel il titolo di più giovane campione del mondo. Tornando alle edizioni più recenti, questa gara non si è mai contraddistinta per lo spettacolo offerto, a causa di una conformazione del tracciato che sin dal 2009 non ha mai soddisfatto i piloti. Storiche le frasi di Kimi Raikkonen dopo le prime prove libere in assoluto, quando disse: ”Il primo settore non è male, il resto è una m….”.

La pista di Abu Dhabi vanta una lunghezza di 5554 metri con 21 curve. Caratteristica l’uscita dei box che passa sotto alla prima staccata per poi raccordarsi al tracciato a poche centinaia di metri dal termine del primo settore. Nela parte centrale si fanno notare due lunghissimi rettilinei intervallati da una chicane sinistra destra. Buone le possibilità di sorpasso grazie alla presenza delle zone DRS. Al termine del secondo allungo inizia la zona più guidata, formata da una serie infinita di curve a 90 gradi dove la Mercedes ha sempre fatto la differenza nei confronti della concorrenza negli ultimi anni. Per quanto riguarda l’albo d’oro, il pilota più vincente è sua maestà Lewis Hamilton che ha all’attivo quattro affermazioni, una in più rispetto a Sebastian Vettel. La Mercedes con cinque trionfi è al top tra i costruttori, segue la Red Bull a tre. Un successo anche per McLaren e Lotus. Ricordiamo che noi di News F1 saremo in pista per raccontarvi tutte le emozioni del gran finale.

Di seguito riportiamo gli orari del GP di Abu Dhabi:

Dirette Sky Sport F1 HD

Venerdì 29 novembre
10:00-11:30 – Libere 1 F1
14:00-15:30 – Libere 2 F1

Sabato 30 novembre
11:00-12:00 – Libere 3 F1
14:00-15:00 – Qualifiche F1

Domenica 1 dicembre
14:10 – Gara F1

Dirette TV8 e TV8 HD

Sabato 30 novembre
14:00-15:00 – Qualifiche F1

Domenica 1 dicembre
14:10 – Gara F1

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: