Il pilota inglese della Mercedes era presente, insieme a Vettel, Leclerc e Grosjean, alla consueta conferenza stampa Fia e ha raccontato le sue sensazioni per il weekend monegasco che avrà inizio con le prime prove libere di domani.

Forte della leadership in classifica piloti, ulteriormente rafforzata con la vittoria in Spagna due settimane or sono, Lewis Hamilton si è presentato ai davanti ai media molto determinato a riscattarsi dopo che, l’anno scorso, aveva vissuto uno dei sui weekend più difficili dell’anno vista la difficoltà di trovare il set-up ottimale.
Monte Carlo è una pista che piace particolarmente al pilota britannico e dove vi ha già trionfato 2 volte.

È davvero un sogno guidare qui, e l’attesa da un anno all’altro è sempre enorme. È davvero un peccato che ci sia solo una gara all’anno qui, perché è un’esperienza molto intensa. Devi essere preciso e attento, più che in ogni altra gara. Monte Carlo è un circuito tecnico e impegnativo a livello mentale, è difficile far immaginare alla gente che non è abituata la velocità che raggiungiamo qui.”

Un anno fa a dominare è stata la Ferrari, sia in qualifica che in gara, mentre Mercedes ebbe qualche problema in più ma Hamilton è convinto che la sua squadra abbia imparato dagli errori commessi un anno fa. Eppure mai come quest’anno i tre top team sono stati cosi vicino nelle prestazioni e Lewis ritiene che la Red Bull possa essere la sorpresa di questo weekend.

Sicuramente abbiamo imparato parecchio dall’anno scorso” – ha proseguito il britannico, leader del mondiale con 17 lunghezze di distanza su Sebastian Vettel – “Per questo weekend siamo fiduciosi, la preparazione è stata molto migliore rispetto al passato. Veniamo da gare vincenti, ma questa sarà una delle più difficili per noi. Se guardiamo all’ultima gara, già dai test a febbraio e dell’altra settimana, abbiamo visto che la Red Bull era molto veloce soprattutto nell’ultimo settore del Montmelò, quindi possiamo immaginare che saranno molto veloci anche questo fine settimana.”

“Questa è stata una sorpresa, perché l’anno scorso era la Ferrari la più forte qui, e per qualche motivo la Red Bull è riuscita a mettere insieme tutti i dettagli. Mi aspetto un weekend molto difficile, non dico che sarà impossibile, ma saremo vicini. Magari non avremo il passo degli altri ma lo scopriremo da domani. Arriviamo qui per sfidare gli avversari. L’anno scorso ci sono stati overcut e undercut, perciò tutto sarà possibile per la gara.”

Nel corso del weekend monegasco verranno utilizzate per la prima volta in stagione, le gomme a banda rosa HyperSoft. Hamilton sembra ansioso di riprovare la mescola più morbida della gamma Pirelli, visto che l’ultima volta in cui le aveva provate risale ai test di Abu Dhabi dell’anno scorso.

“Immagino che arriveranno dei record, anche grazie al riasfaltamento di alcuni tratti della pista. Le Hyper Soft le avevamo provate ad Abu Dhabi, non vedo l’ora di montare quelle mescole, ricordo mi diedero grandi sensazioni. Qui penso siano meglio di tante altre mescole.”

Tornando a parlare del suo team, il 4 volte campione del mondo inglese ritiene come il weekend spagnolo sia stato un banco di prova importante per Mercedes, poiché ora il team sta cercando di risolvere i problemi che affliggono la W09 da inizio stagione.

“Per tutto il weekend di Barcellona abbiamo raccolto tante informazioni. Abbiamo compreso molto più a fondo i problemi che avevamo e stiamo lavorando molto più sodo per risolverli. Credo che stiamo andando nella direzione giusta per risolverli, sono più fiducioso per il progresso nel corso della stagione. Se ci sarà qualcosa da correggere lo faremo, ma le sensazioni sono buone. C’è tantissimo lavoro dietro le quinte, lo stress e la pressione sono sulle spalle di tutti e la concorrenza è molto molto forte. Le prime cinque gare sono sempre molto difficili, un processo di apprendimento, ma sono fiducioso che faremo il miglior lavoro possibile per massimizzare i risultati.”

Insieme a Lewis, in conferenza stampa c’era anche Charles Leclerc, che in questo weekend correrà il suo primo gp da quando ha iniziato la sua carriera in Formula 1 e cioè quest’anno. L’inglese ritiene il giovane monegasco (strano ma vero Hamilton ha ammesso di aver saputo solo da oggi che Leclerc è originario del Principato) una giovane promessa, raccomandandogli di godersi la sua carriera e utilizzando una citazione alla “Maurizio Arrivabene.

Ho guardato le serie minori e ho visto cos’è stato in grado di fare negli ultimi anni. lo osservavamo assieme ai miei ingegneri e vedevamo il suo talento emergere. La Formula 1 è il punto più alto del nostro sport e deve ospitare i piloti migliori del mondo anche se onestamente non si può dire che al 100% ci siano i migliori piloti di tutte le nazioni. In ogni caso è bello vedere un giovane pilota che ha davvero tantissimo talento, che ha fatto la gavetta e che è arrivato al top così presto, ha del potenziale per fare grandissime cose. Non si può dire questo di tutti gli altri ragazzi emersi negli ultimi anni, perché alla fine è molto difficile, è uno sport molto costoso e non si hanno sempre le disponibilità economiche per i ragazzi di maggior talento. Gli auguro il meglio, la cosa migliore è restare con i piedi per terra, tenersi vicina la famiglia e godersi questa avventura.”

Visto il periodo, la “silly season” del mercato piloti si fa sempre più incandescente. In un divertente siparietto con Vettel, a Hamilton è stato chiesto cosa ne penserebbe di una futura partnership con il tedesco…e cosi ha risposto, sviando un po’ la domanda.

Io sono pronto a gareggiare con tutti, vuoi sempre lottare contro i migliori. Può essere difficile quando ci sono due piloti di alto livello nello stesso team. Alle volte funziona, se vediamo il rapporto tra lui e Kimi, anche se Kimi non può essere troppo contento perché ci sono stati degli scenari che non sono stati perfetti per lui. Quindi è sempre difficile parlare“.Mi piace gareggiare contro i più forti perché ti spinge al limite. Ho corso contro Fernando e Jenson, due tra i migliori con i quali sono stato in squadra. Ti tirano fuori il lato migliore e anche quello peggiore, e ti spingono al limite. Ad esempio credo che l’assetto attuale nel team sia molto positivo con Valtteri, c’è armonia, ci spingiamo e c’é rispetto. Dipende dai caratteri delle persone“.

Poi ha concluso: “Non mi aspetto che guideremo nella stessa squadra in futuro, a meno che un giorno non gareggeremo insieme a Le Mans“.

Parlando di elementi di contorno alla Formula 1, Hamilton ha voluto dedicare qualche parole alle Grid Girls, che da quest’anno sono state sostituite dai Grid Kids.

“Credo che le donne siano la cosa più bella del mondo. Ci sono state delle gare in cui abbiamo avuto dei ragazzi, nel passato un mix… Credo che Monte Carlo sia una gara molto elegante e non avrei un’opinione precisa in merito alle Grid Girl. Non so bene cosa ne pensino le donne di questa situazione, quindi non posso fare dei commenti. Non ho un’opinione spiccata al momento, se ci sono delle donne belle sulla griglia, credo che rispecchino il GP di Monaco, ma non penso che si debba spingere o sostenere una posizione che possa portare le donne a sentirsi a disagio. Se così fosse non dobbiamo essere a favore delle donne in griglia, ma se non lo sono.. perché no?”.

Infine è stato chiesto a Lewis, vista la nazionalità inglese, se ha assistito al matrimonio reale andato in scena domenica.

“Il matrimonio reale? Ho guardato tutto nel weekend con un sorriso sul volto, è stato bellissimo il cambiamento e vedere quanto fossero felici gli sposi. Credo di essermi sentito fiero per loro, è bello vedere positività e cambiamento. Anche in Chiesa si è visto un mix tra i ministri di fede, è stato bellissimo anche solo da guardare. Uno scenario da favola, sia per bambini e adulti un sogno.”

Di Giuly Bellani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: