La nuova soluzione tecnica si vedrà più avanti insieme ad un pacchetto più ampio di aggiornamenti, sulla Ferrari F1 SF21

La grande rivoluzione tecnica delle monoposto di Formula 1 avverrà nel 2022 ma i team non si stanno di certo risparmiando, anche nel campionato in corso. Tante le novità viste a Portimao soprattutto nel fondo, zona barge boards e diffusore.
Anche la Ferrari evolve e durante le prime due sessioni di libere abbiamo visto una nuova versione del fondo diversa rispetto a quella vista a Imola.

Fondo Ferrari Portimao
Fondo F1 Ferrari Portimao

Il nuovo fondo visto in Portogallo vede l’aggiunta di deviatori di flusso davanti alle ruote posteriori per gestire meglio l’impatto nocivo delle turbolenze e recuperare il carico aerodinamico.


A giudicare dalle prestazioni viste con Leclerc e Sainz (i piloti si sono alternati l’unico nuovo componente disponibile) c’era la sensazione che i tecnici di Maranello avessero trovato un’altra buona soluzione. Dalle qualifiche abbiamo però visto montato su entrambe le monoposto la versione precedente supponendo che per non fare favoritismi tra i piloti, la Ferrari avesse scelto di portare l’aggiornamento in Spagna.
In realtà il nuovo componente provato nelle libere non si vedrà nemmeno a Barcellona. Come ipotizzato anche dal nostro Ing. Werner esperto di materiali, la soluzione non avrebbe retto la gara perché era un unico esemplare realizzato per comparare i dati della pista con quelli della galleria del vento e del simulatore. Farà parte di un pacchetto più ampio di aggiornamenti.

Da quando è nata la Performance Development sembra cambiata la strategia della Ferrari. I nuovi sviluppi vengono collaudati su pista e dopo la correlazione dei dati, se positivi, si passa alla produzione. Questo diverso approccio del team italiano si discosta notevolmente da quanto visto negli ultimi anni. Tantissimi tifosi si augurano che sia la strada giusta, soprattutto in chiave 2022.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: