Il manager italiano è convinto che la Mercedes abbia ancora un leggero vantaggio tecnico rispetto alla scuderia di Maranello, nonostante Vettel sia attualmente leader del mondiale.

“La Ferrari ha la possibilità di vincere questo mondiale, ma molto dipenderà dagli errori che commetterà Lewis Hamilton. L’inglese ha avuto molta sfortuna negli ultimi due Gran Premi, ma ritengo che Mercedes abbia qualcosa in più rispetto alla Ferrari. Questo però non significa che puoi portare a casa il campionato”.

Così l’ex manager del team Renault, Flavio Briatore ha esordito, in un’intervista rilasciata ai microfoni di Radio Capital, a riguardo della grande lotta per il mondiale tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel in questo 2018.

L’italiano è convinto che la Mercedes disponga ancora di piccolo vantaggio tecnico rispetto alla Ferrari e inoltre negli ultimi gran premi Hamilton è stato vittima di due sfortune: il ritiro per un problema tecnico in Austria e il “patatrac” in partenza nella gara di casa a Silverstone che ha coivolto lui e Raikkonen.

In quelle due gare il pilota inglese ha perso una notevole quantità di punti. Briatore è però conscio che la competitività del 33enne britannico sia leggermente superiore di quanto mostrato dalla Ferrari e quindi l’alfiere della Mercedes farà di tutto pur di azzerare il distacco di 8 punti che lo divide dal leader Sebastian Vettel entro la pausa estiva.

Prima della pausa estiva ci saranno due appuntamenti fondamentali: Il gp di Germania a Hockenheim e il Gp di Ungheria al Hungaroring. Briatore ritiene che Mercedes possa fare il colpo grosso in entrambe le trasferte recuperando il gap in entrambe le classifiche (Ferrari a +20 sulla Mercedes in classifica costruttori).

“Adesso ci sono due appuntamenti dove la Mercedes può fare bottino pieno e la fortuna, soprattutto dopo gli ultimi Gran Premi, può girare dalla loro parte.Negli ultimi due gran premi, in uno Hamilton si è ritirato, la fortuna poi gira, in venti gare capiterà ad entrambe. Io darei ancora un po’ di vantaggio alla Mercedes“.

Parlando invece dell’accessa rivalità tra i due tetra campioni del mondo Hamilton e Vettel, il manager italiano ritiene il pilota inglese un pò più forte del tedesco della Ferrari. Inoltre sostiene che a parità di vettura con cui bisogna lottare, chi la spunterebbe tra i due sarebbe Hamilton “punzecchiando” un pò la Ferrari sulla questione del secondo sedile rosso…

“L’inglese è più forte di Vettel. L’alfiere della Ferrari è un bravissimo pilota se la macchina è perfetta, ma se affidi ad entrambi una vettura con cui devi lottare, credo che Lewis sia superiore.La Ferrari deve prendere un giovane come Leclerc, con Raikkonen non vincerà mai il mondiale costruttori. Bisogna rischiare, prendere un Leclerc o uno forte che possa aiutare a vincere il campionato costruttori“.

Briatore ha poi parlato della Formula 1 attuale, molto incentrata sulle gomme e non sui reali protagonisti e cioè i piloti. Il 68enne italiano è contrario a questa “formula gomme”.

“Il problema è che ormai in relazione alla F1 si parla più delle gomme che dei piloti, è assurdo, è una roba che non ha nessun senso. Quando spendi cifre importanti come succede in F1, poi senti la telecronaca e si parla solo di gomme e non di piloti, Soft, Supersoft… è una follia“ ha concluso.

Giuly Bellani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: