Uno spettacolo pazzesco in Austria, con Bottas che vince davanti a Leclerc e Norris in un finale clamoroso. Hamilton secondo ma penalizzato chiude quarto.

La Formula 1 torna in grandissimo stile. In Austria va in scena qualcosa di pazzesco ma totalmente concentrato negli ultimi giri, con Valtteri Bottas che trionfa davanti a Charles Leclerc e Lando Norris. Si, avete letto bene, la Ferrari chiude subito dietro alla Mercedes grazie al talento cristallino del monegasco, che grazie ad un fine stint impressionante ed alla penalità di Lewis Hamilton ( solo quarto) chiude in piazza d’onore. Terzo Lando Norris, al primo podio in carriera con la McLaren. Disastroso Sebastian Vettel che si gira nuovamente e chiude decimo dietro ad Antonio Giovinazzi. In quinta piazza troviamo Carlos Sainz, davanti alla Racing Point di Sergio Perez, all’AlphaTauri di Pierre Gasly ed alla Renault di Esteban Ocon.

Al via tutti mantengono le loro posizioni. Bottas imprime subito un ritmo forsennato, mentre Albon si difende bene da Hamilton. Grande sofferenza per Leclerc, che dopo un tentativo di superare la Racing Point di Perez deve difendersi dalla McLaren di Sainz. Dopo tre giri Albon riesce a scavalcare agevolmente un grande Norris. La Ferrari si dimostra subito nettamente inferiore alla concorrenza, con i piloti che restano nelle retrovie.

All’ottavo giro Hamilton riesce ad infilare Albon alla curva quattro, con una prova di forza motoristica impressionante che indica la superiorità delle W11. Colpo di scena poco dopo, con Verstappen che rallenta improvvisamente e riporta la RB16 ai box. Grande delusione per l’olandese che veniva da due vittorie consecutive su questa pista. Le rotture continuano, con Daniel Ricciardo che è costretto al ritiro da un problema della sua Renault. Due giri dopo tocca anche a Lance Stroll, che alza improvvisamente i propri tempi e viene sverniciato dalla Ferrari di Vettel. Successivamente, anche il canadese deve alzare bandiera bianca.

Il duello tra Esteban Ocon e Kevin Magnussen nelle retrovie si conclude con il ritiro del danese, che alla Remus si gira bloccandosi poco fuori traiettoria a causa di un probabile guasto ai freni. In pista entra la safety car, che ricompatta il gruppo. I primi ne approfittano e si fermano ai box, mantenendo le loro posizioni. Tutti decidono di optare per la gomma Dura, mentre Perez opta per la Media. Alla ripartenza, Vettel tenta un assalto a Sainz, ma tra i due c’è un contatto ed il tedesco si gira finendo in fondo al gruppo. Perez sfrutta alla grande la gomma più morbida e svernicia Norris, mentre Hamilton inizia ad attaccare Bottas.

Il britannico tenta più volte di avvicinarsi, ma dai box avvisano i due alfieri di restare lontani dai cordoli per evitare vibrazioni al cambio. Il ritmo resta comunque di un’altro pianeta rispetto agli avversari, ma successivamente viene introdotta una seconda safety car per il ritiro della Williams di George Russell. Si fermano tutti al pit tranne le Mercedes e Perez, che sale così in terzo posizione. Alla bandiera verde, pericolosissimo guasto per Kimi Raikkonen, che perde l’anteriore destra all’ultima curva. La direzione gara decide per un nuovo ingresso della vettura di sicurezza, la terza di giornata.

Spettacolare la ripartenza, con Albon che ottiene un super-sorpasso su Hamilton a curva quattro. Tra i due c’è però un contatto, con il thailandese che si gira e finisce in fondo. Ancora una volta, come in Brasile, Alex perde il podio nel finale per un contatto con il campione del mondo. Un meraviglioso Leclerc si scatena nel finale: il monegasco svernicia prima Norris, per poi inventarsi la staccata della vita e conquistare il podio ai danni di Perez. Poco dopo arrivano cinque secondi di penalità per Hamilton, colpevole del contatto con Albon. Nel finale, Bottas gestisce e si prende la vittoria in Austria, con Leclerc che è secondo davanti a Norris. Il giovane talento della McLaren si prende il primo podio in carriera con il giro record nel finale, con il quale riesce a soffiare il podio al campione del mondo.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: