La Ferrari non vince un Campionato Piloti di F1 dal trionfo di Kimi Raikkonen nel 2007, mentre l’ultimo trionfo Costruttori è stato nel 2008, quando Felipe Massa ha perso il Titolo Piloti contro Lewis Hamilton – allora alla McLaren – per un punto.

L’ultimo boss del team Ferrari di successo rimane il francese Jean Todt, che ha ceduto le redini all’italiano Stefano Domenicali nel 2008, quest’ultimo ha avuto successo solo in quella stagione.

Dopo le dimissioni di Domenicali nel 2014 e fino al 2022, la Ferrari è passata attraverso tre team principal; Marco Mattiacci, Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto che è stato recentemente sostituito da Frederic Vasseur che è il primo non italiano ad assumere questo ruolo dopo Todt nel 2008.

Parlando ai media al Rally Dakar del 2023, a Ben Sulayem è stato chiesto dei cambiamenti e della diversità nei capi del team Ferrari; ha risposto:

“Quando la Ferrari ha vinto aveva molta diversità, ma non si tratta di sapere se gli italiani sono migliori dei francesi o dei tedeschi. Si tratta di trovare la persona giusta”, ha spiegato.

La Ferrari non è riuscita a vincere nel 2022 nonostante avesse iniziato la stagione con quella che era probabilmente l’auto più veloce in griglia, la F1-75, ma una serie di errori del pilota, errori di strategia e problemi di affidabilità hanno fatto fallire le Rosse.

“Anche se tutte le squadre hanno lo stesso motore e lo stesso capo squadra, solo una può vincere alla fine”, ha commentato Ben Sulayem. “Se hanno gli ingredienti giusti, nessuno lo sa tranne la stessa Ferrari. Ma vincere gare e vincere campionati non è una novità per loro. È solo una questione di tempo prima che vincano di nuovo”, ha insistito il presidente della FIA.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: