Budget Cap – Il 2026 si preannuncia una rivoluzione sotto molti punti di vista. A livello generale, l’obiettivo della FIA è quello di ridurre peso e lunghezza delle vetture; il cambiamento più importante, tuttavia, riguarderà le power unit, con l’eliminazione della MGU-H e il conseguente aumento di potenza della componente elettrica da fornire ai motori; un’altra novità poi, è rappresentata dall’uso di carburanti eco-sostenibili al 100%.

F1 2026
F1 2026

Ma a tenere banco è la questione relativa al Budget Cap, strumento finanziario introdotto dalla FIA nel 2021 per tenere sotto controllo le spese finanziarie dei team. Secondo quanto appreso dalla testata tedesca Auto Motor und Sport, la Federazione vuole arginare il fenomeno per il quale le scuderie riescono ad aggirare il Budget Cap.


L’attenzione della FIA è rivolta soprattutto agli stipendi di ogni singolo dipendente delle dieci squadre. Ad esempio, la Red Bull, era riuscita a mettere a bilancio il 10% dello stipendio di Rob Marshall, ex tecnico di spicco della scuderia di Milton Keynes e ora passato alla McLaren, dichiarando che avesse lavorato solo il 10% del tempo per il reparto F1 e il resto diviso tra il progetto RB17 Hypercar (50%) e la Red Bull PowerTrains (40%).
Dal 2026 quindi, la FIA ha annunciato che, anche se il tempo di lavoro di un dipendente dovesse essere diviso in reparti diversi oltre alla Formula 1, lo stipendio sarà comunque conteggiato al 100% nel Budget Cap.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto