Andreas Seidl lascia la Porsche. L’ingegnere potrebbe andare in Mercedes

Il 42enne tedesco ha vinto tre 24 ore di Le Mans con la squadra di Stoccarda e Toto Wolff lo ha messo nel mirino per portarlo a Brackley

In casa Mercedes sono previsti molti cambiamenti nel reparto ingegneri in chiave 2019. Nel corso di questa stagione sono stati annunciati pesanti dipartite come quella di Mark Ellis o quella di Aldo Costa. I due tecnici usciranno dalla squadra dopo l’uscita della W10, la monoposto che avrà il compito di difendere il dominio d’argento in Formula 1. In sostituzione di questi uomini potrebbe arrivare direttamente dalla Porsche il 42enne bavarese Andreas Seidl, artefice dei trionfi della 919 Hybrid a Le Mans e nel FIA WEC.

A fine 2017, la Porsche ha abbandonato il mondiale endurance per concentrarsi sulla realizzazione di un powertrain da Formula E, continuando a Le Mans solo in GT dove quest’anno hanno fatto doppietta. Ora Seidl ha ufficialmente lasciato la casa di Weissasch per spostarsi altrove e pare che la scelta ricada proprio sulla Mercedes di Formula 1. Precisamente, John Howen e Loic Serra sostituiranno Costa ed Ellis, ma il lavoro di Seidl dovrebbe essere quello di coordinare i due nuovi arrivati.

Nella sua carriera, Andreas Seidl ha già fatto parte del circus iridato: è stato infatti il capo della squadra test della BMW Sauber dal 2006 al 2009, per poi rimanere con la casa di Monaco durante il ritorno nel DTM del 2012. Successivamente è stato ingaggiato dalla Porsche, con la quale ha fatto il pieno a Le Mans. Tra le case tedesche non ha collaborato soltanto con la Mercedes ed ora sembra essere arrivato il momento buono per farlo.