Abu Dhabi, day 2: Leclerc chiude al top, ancora problemi per l’Alfa Romeo Sauber

Il monegasco è apparso in gran forma al debutto nella prima giornata da pilota Ferrari. Giovinazzi si ferma in anticipo

Charles Leclerc si è confermato il più veloce anche nelle ultime ore della seconda giornata dei test Pirelli ad Abu Dhabi. Il monegasco della Ferrari ha ottenuto il miglior tempo in mattina girando in 1’36’’450, risultando di circa quattro decimi più rapido di quanto fatto ieri dal compagno di squadra Sebastian Vettel. Per la rossa #16 anche 104 giri completati ed un ottima costanza di rendimento, con Leclerc che è stato perfetto senza commettere il minimo errore.

Alle sue spalle Pierre Gasly, nuovo acquisto della Red Bull che si è pero visto rifilare un secondo e mezzo di ritardo. Interessante vedere come entrambi i nuovi arrivi abbiano subito dimostrato di saperci fare con due vetture da top team, dal momento che il francese ha praticamente ripetuto il tempo di Verstappen totalizzando anche 107 tornate. Ci ha preso gusto Lance Stroll, nuovamente terzo con la Force India con pochissimi millesimi di ritardo da Gasly, nonostante una vettura nettamente inferiore. 100 giri per il canadese che ha una gran voglia di dimostrare il suo vero valore con una vettura competitiva.

Quarto Valtteri Bottas con la Mercedes che non ha lasciato la vettura ad Esteban Ocon neanche durante la sessione pomeridiana. Il finlandese ha girato in 1’38’’448 senza mai cercare il tempo. Bottas ha inanellato ben 136 giri risultando il pilota più attivo di giornata. Vicinissimo a lui Carlos Sainz che ha debuttato con la Mclaren. Dopo una partenza guardinga lo spagnolo ha iniziato a spingere arrivando ad 1’38’’547. Ad appena 43 millesimi da lui c’è Artem Markelov sulla Renault, che ha migliorato moltissimo nel finale della sessione. Settimo George Russell con la Williams, sceso in pista solo nelle ultime due ore rilevando Robert Kubica. Ottima la prova del campione di F2 che nonostante gli appena 26 passaggi completati è stato nettamente davanti al più esperto pilota polacco che ha chiuso decimo con 56 tornate completate.

Tra i due si sono inseriti Daniil Kvyat con la Toro Rosso-Honda e Louis Deletraz sulla Haas. Il russo ha completato 127 giri al suo rientro in Formula 1, dimostrando di non aver perso costanza dopo un anno al simulatore Ferrari. Chiude il gruppo Antonio Giovinazzi, con un’Alfa Romeo Sauber in crisi di affidabilità. Nella giornata di ieri Kimi Raikkonen si era fermato lungo la pista e anche oggi la vettura del pugliese si è ammutolita all’uscita della corsia dei box. Giovinazzi ha comunque completato 91 passaggi dimostrandosi pronto a debuttare il prossimo anno.