La Mercedes punta sull’aiuto della Petronas nella lotta per il mondiale

Geoff Willis ha dichiarato che sarà fondamentale l’apporto del fornitore di benzina e fluidi per battere la Ferrari

Alla vigilia del Gran Premio d’Italia in casa Mercedes non è stata ancora dimenticata la sonora sconfitta di Spa-Francorschamps. Sebastian Vettel e la Ferrari non hanno lasciato scampo alle frecce d’argento sui saliscendi delle Ardenne, rivelando una superiorità schiacciante della SF71-H soprattutto a livello di power unit. Sia la rossa che la W09 hanno portato in pista l’ultima evoluzione del motore, dunque d’ora in avanti si affronteranno i restanti appuntamenti con la Ferrari in vantaggio da questo punto di vista. La Mercedes dovrà puntare tutto sul suo partner tecnico Petronas, che avrà il compito di migliorare le prestazioni della power unit di Brixworth tramite carburanti e lubrificanti.

L’ingegnere Geoff Willis è stato ospite della struttura Petronas di Villastellone, nei pressi di Torino. Qui si è incontrato con Andy Holmes, responsabile della ricerca e sviluppo di Petronas. Lui ha affermato che ora tutto verrà puntato sulla ricerca di concetti più radicali. Lo studio maggiore si baserà su nuove chimiche e messa a punto delle proprietà del carburante, per affrontare le gare che stanno arrivando. La notizia è che la Petronas si sta rivolgendo a scienziati delle università per aiutare a trovare nuove idee al fine di fare un passo avanti a livello di prestazione.

Geoff Willis, ingegnere da anni in forze alla stella a tre punte, ha in seguito analizzato la situazione della squadra e ciò che avverrà nel prosieguo del campionato per contrastare la concorrenza della Ferrari: ”Porteremo degli sviluppi per il finale di stagione. A Monza avremo un pacchetto esclusivo come sempre, ma ci sono anche un altro paio di sviluppi in programma. Il lavoro sulla monoposto 2018 in galleria del vento è terminato, stiamo già studiando quella del prossimo anno ma continuiamo a tirare fuori il meglio da quella attuale”.