Dopo il Gp di Sochi di Formula 1, in Russia potrebbe andare in scena anche una corsa di Formula E nel 2020. A qualche anno di distanza dall’Eprix di Mosca, le vetture elettriche potrebbe tornare a correre in Russia tra le strade di San Pietroburgo.
Sergey Vorobyev, vice-direttore della Rosgnoki (la società organizzatrice del Gp di Sochi di F1) è in trattativa con il CEO della FE, Alejandro Agag, per chiudere l’accordo per la stagione 2019/2020.

Stiamo cercando di ospitare una gara di Formula E a San Pietroburgo, a partire dal 2020″, ha dichiarato Vorobyev in un’intervista a Motorsport.com.

San Pietroburgo 2020

“Considerando che a San Pietroburgo ci saranno anche le partite degli Europei di calcio nel 2020, e che ci sarà anche il Forum Economico Internazionale, stiamo valutando insieme agli organizzatori degli altri eventi le date possibili e discutendo anche le condizioni commerciali – ha annunciato Sergey Vorobyev – il nostro piano A sarebbe quello di organizzare una gara a San Pietroburgo in primavera o in estate del 2020. Da lì poi speriamo di mantenerla ogni anno”.

Il promoter russo crede, fortemente, nell’espansione del campionato Full Electric. Dopo il singolo evento a Mosca del 2015, Agag potrebbe sposare il progetto a lungo termine nella città di San Pietroburgo.

“Attualmente abbiamo progettato quattro circuiti – ha spiegato Vorobyev – ma capiremo se verrà scelto uno di questi o se verrà fatto un mix solo quando la Formula E farà una visita tecnica ufficiale a San Pietroburgo, che però ci sarà solamente una volta che sarà stato raggiunto un accordo sul fronte commerciale“.

Ottimismo per la chiusura dell’accordo

“Siamo davvero vicini e sono molto felice di avere a che fare con Alejandro Agag. In un certo senso, mi ricorda un po’ come quando lavoravo con Bernie Ecclestone – ha dichiarato Vorobyev – è bello vedere una persona con un grande spirito imprenditoriale, una persona che è la sola responsabile di ciò che accade nel suo campionato. Le trattative con lui non sono facili, ma sono certo che sono ugualmente piacevoli per entrambe le parti e e che alla fine produrranno un risultato importante”.

Dopo la prima esperienza della stagione inaugurale a Mosca, era ipotizzabile un ritorno nella capitale russa. Vorobyev ha ammesso: “Mosca non è una priorità”.

“Siamo grati agli organizzatori della gara di Formula E di Mosca nel 2015, perché hanno aperto la strada alla Formula E in Russia, ma attualmente credo San Pietroburgo sia l’ideale per sviluppare la Formula E in Russia – ha sottolineato Vorobyev – e dato che l’interesse della Formula 1 ad organizzare un evento F1 Live sulle strade di Mosca, credo che nel 2020 potremmo combinare una serie di eventi molto importanti“.

Un trittico di eventi spettacolare attendere la Russia nel 2020. “Ci sarebbe la gara di Formula E a San Pietroburgo, il Live Show di F1 a Mosca ed il Gp di Russia, l’evento più importante, a Sochi“, ha chiosato Sergey Vorobyev.