Sembra una fake news, ma a quanto pare la notizia è proprio vera. Il mitico Maggiolino Volkswagen non verrà più prodotto.

Stiamo parlando del Maggiolino quello famoso, quello che si rese celebre per la sua storia, il suo fascino, il suo design e che mobilitò milioni di persone in svariate epoche, particolari anche, che ne decretarono il successo. Molti pensano che il Maggiolino fosse scomparso dalla produzione alla fine degli anni 70, al contrario veniva ancora prodotto in un continente lontanissimo dalla Germania, terra che ne vide i natali, ossia nel lontano e caldo Messico.

maggiolino volkswagen

maggiolino volkswagen

A comunicare la cessazione della produzione del Maggiolino è stato Hinrich J. Woebcken, Presidente di Volkswagen.

A Puebla, in Messico, era attiva una catena di montaggio che ne determinava la produzione ancora ai giorni nostri. Ne determinava purtroppo, perchè da domani il Maggiolino cesserà di essere prodotto, e l’ultimo modello sarà destinato ad un museo.

Nato nel 1938 nei periodi più difficili della Germania, per volere di Hitler, il quale immaginò che si dovesse produrre un’automobile economica ed alla portata di tutti, che potesse trasportare quattro persone, economico nei costi di gestione e robusto. Il Maggiolino si doveva rivolgere un po’ a tutti, famiglie e non. Lo vedremo successivamente negli anni a venire, diventare una icona.

Produzione maggiolino volkswagen

Produzione maggiolino volkswagen

Il progetto iniziale pensato per la commercializzazione divenne al contrario un veicolo militare, usato durante la seconda guerra mondiale.

Hitler lo utilizzò per spostarsi tra la folla durante le sue apparizioni. Basta constatarlo guardando vecchi filmati storici e nei quali si scorge quella piccola vetturetta cabriolet, la Typ 82 Kübelwagen, sulla quale viaggia Hitler e i suoi ufficiali spesso in piedi.

maggiolino volkswagen usato in guerra

Dopo la seconda guerra mondiale e durante la ricostruzione dell’economia tedesca, si avviò finalmente il progetto del Maggiolino, che ebbe un enorme successo in diverse epoche e tra diversi ceti sociali. Amato dagli operai che necessitavano di una automobile economica e spaziosa, ai giovani che scorrazzavano in lungo e in largo.

Maggiolino

Il Maggiolino fu una solida base per il rilancio economico della Germania e della Volkswagen, per il suo successo ed i numeri di vendita importanti in tutto il mondo.

Conquistò tutti, grazie alla sua azzeccata livrea arrotondata, al suo fascino e alla sua identità sbarazzina ma all’avanguardia stilistica. Fu scelto dagli hippie negli anni 70 e fu il soggetto di moltissimi film, trai i quali, quello più significativo del 1968: Un maggiolino tutto Matto “ con la regia di Robert Stevenson.

maggiolino volkswagen

maggiolino volkswagen

Un motore quattro cilindri boxer da 1200 cc, molto affidabile e brillante rese il Maggiolino l’automobile desiderata ed apprezzata che divenne nell’arco degli anni. Moltissime le versioni prodotte nel corso della sua produzione tra qui diversi modelli speciali, quali la Cabriolet, la Hebmüller Typ 14 del 1949, e tante altre produzioni sportive.

Milioni di appassionati attualmente in tutto il mondo hanno reso ancora più intramontabile questa splendida icona motoristica che abbandonò la produzione in Germania alla fine degli anni 70, ma che vide la continuazione in Messico, nella città di Puebla.

Il Maggiolino continuò ad essere prodotto la dove aveva avuto maggiori successi, per via della richiesta del mercato interno, il quale si basava su una automobile con le qualità sopra elencate e che costasse poco, visto il tenore di vita della popolazione media.

Oggi è possibile poter ammirare moltissimi modelli di Maggiolino in giro per il mondo in possesso dei moltissimi appassionati che ne curano e ne mantengono la storia e l’identità, restaurandoli e presenziando ad incontri ed eventi dedicati in tutto il mondo.

Il più longevo dei modelli tedeschi, dopo avere conquistato il mercato, le generazioni, il cuore di milioni di persone, è ora destinato ad un museo, forse il luogo più appropriato per questa perla del patrimonio motoristico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: