Dopo le libere pomeridiane, Hamilton e Bottas occupano la terza fila virtuale dello schieramento. Entrambi i piloti, causa errori, non si sono migliorati al passaggio alla gomma Ultrasoft.

Sicuramente in casa Mercedes hanno vissuto venerdì più tranquilli. Sia Hamilton che Bottas in entrambe le sessioni di libere non sono andati oltre la quinta e la sesta posizione, diventando di fatto la terza forza di questo venerdì.

La W09 non sembra, al momento, poter impensierire Ferrari e Red Bull ma alcuni errori da parte dei piloti della casa di Stoccarda non ha permesso di capire quanto si sarebbero migliorati i tempi al passaggio tra gomma Soft a gomma Ultrasoft (differenza stimata in 5/6 decimi).

Gli alfieri della Mercedes sono sembrati in difficoltà principalmente con lo “spauracchio” della gomma Ultrasoft, come testimoniato anche dai long run provati nell’ultima parte delle PL2.

A parità di mescola Ultrasoft con Ferrari e Red Bull, Hamilon e Bottas sono risultati più lenti di circa 3/4 decimi tenendo un passo sul 1.23. Con la gomme Soft la situazione è migliotata, con Hamilton che fatto segnare un 1.20.4 dopo più di 10 giri allineandosi al passo della Ferrari di Vettel.

Mercedes, come Ferrari, domani salirà di “manettino” (anche se meno efficace che altrove) e vedremo in quale fila dello schieramento si porranno i due alfieri della stella a tre punte.

Hamilton: “Spero nell’asciutto per le FP3”

Parlando con i Media, Hamilton ha detto che si aspettava la grande velocità di Ferrari e Red Bull e spera che in qualche modo i suoi uomini possano trovare delle soluzioni per lottare con loro.

“Come pensavo Ferrari e Red Bull sono più veloci di noi, qui il surriscaldamento delle gomme posteriori è un fattore importante, bisogna trovare il modo di farle raffreddare ma non è facile. Studieremo delle soluzioni stasera e domani le proveremo, mi auguro che il meteo sia asciutto domattina”.

Bottas: “Ho avuto problemi di surriscaldamento con le Ultrasoft

Il finlandese della Mercedes ha avuto qualche difficoltà in più del compagno per trovare il ritmo giusto e il rapido surriscaldamento della gomme Ultrasoft non gli ha permesso di migliorarsi tenendo in considerazione questo fattore per la gara.

“Le gomme ultrasoft hanno problemi di surriscaldamento, perciò questo è un fattore da tenere presente in ottica gara. Oltre alla qualifica, sarà decisivo riuscire ad effettuare il minor numero possibile di soste durante la corsa. Ferrari e Red Bull sono veloci come ci aspettavamo, sarà una lotta molto serrata”.

Giuly Bellani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: