Soddisfazione tra i giapponesi che prevedono una crescita continua

La Red Bull targata Honda è stata protagonista di un buon inizio di stagione. La power unit nipponica si è regalata il primo podio dal rientro in Formula 1 sin dalla gara inauguarale in Australia, ripetendosi poi in Spagna grazie a due terzi posti di Max Verstappen. A Monaco è arrivato anche un secondo posto in pista, diventato poi quarto per la penalizzazione rifilata all’olandese volante. Si tratta comunque di una crescita molto importante, che si era intravista già con la Toro Rosso lo scorso anno e che continua a migliorare con la Red Bull.

Il gap da Mercedes e Ferrari c’è ancora, ma la sensazione è che la Honda stia lavorando molto bene, anche dal punto di vista dell’affidabilità. I giapponesi hanno montato la loro seconda unità già dall’Azerbaijan, in contemporanea con la Renault e con una gara d’anticipo rispetto alla rossa. La Mercedes invece la monterà addirittura in Canada, rispettando alla perfezione il target per arrivare a fine campionato senza incappare in delle penalità in griglia per la sostituzione degli elementi.

L’ottimismo è comunque marcato tra i tecnici della Honda, con il direttore tecnico F1 Toyoharu Tanabe che ha parlato a Motorsport.com della situazione attuale: ”Sono fiducioso, ho l’idea che riusciremo a coprire i 7 Gran Premi previsti con la il V6 che abbiamo deliberato a Baku. Dipende comunque dall’uso che ne faremo, non dobbiamo sfruttarlo eccessivamente per evitare guasti improvvisi. Dobbiamo trovare un nostro equilibrio. Fare 7 gare significa percorrere circa 5000-6000 chilometri, dunque è molto impegnativo. Sarà difficile vedere degli aggiornamenti da parte nostra prima dell’estate, vedremo quello che avverrà dopo”.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: