Sebastian Vettel realizza il miglior tempo nella sessione pomeridiana di libere mentre Raikkonen è 4°. Sia lui che Raikkonen hanno messo in luce una Ferrari davvero in forma, sia sul passo gara che nella simulazione di qualifica in uno dei migliori venerdì del 2018 per la scuderia di Maranello.

Questo venerdì in quel di Silverstone è stato sicuramente uno dei migliori, se non il migliore, per la Ferrari. Non solo perché Sebastian Vettel si è issato in cima alla  lista dei tempi del pomeriggio, realizzando il tempo di 1.27.552 con le gomme Soft, ma anche perchè la SF71H è parsa subito competitiva, una vettura che con gli oltre 50°C sull’asfalto della pista inglese ha saputo essere rapida sia con le gomme Medie che con le Soft (Hard non usate visto il solo set obbligatorio portato) trovandosi subito a suo agio.

Ferrari che anche a Silverstone si è presentata con qualche aggiornamento come il nuovo fondo e alcuni particolari nel diffusore per “contrastare” il pacchetto di upgrade portato dalla Mercedes in Austria e completato poi qui a Silverstone. Dopo le consuete prove comparative nella mattinata, nelle PL2 sono state confermate su entrambe le monoposto rosse le nuove parti introdotte in questo weekend, dando fino ad ora, buoni risultati.

Sessione di libere pomeridiana influenzata dall’insolito caldo e con temperature che sono davvero una rarità da trovare nella terra inglese. Prestazioni quindi un po’ più lente della mattinata ma che hanno dato un quadro sul come le monoposto si sono comportate con l’asfalto rovente.

Nella simulazione di qualifica la SF71H numero 5 è riuscita ad imporsi (con un solo giro) davanti a Lewis Hamilton, che solo dopo 3 tentativi è riuscito ad avvicinare la prestazione del collega tedesco. Raikkonen,invece, causa un errore all’ultima curva nel primo tentativo, ha realizzato il suo tempo solo al secondo tentativo (1.28.095) ma staccato di quasi mezzo secondo dal compagno di marca.

Nella simulazione di passo gara, Sebastian ha provato a lungo uno stint con gomma media: ha tenuto un ritmo un po’ altalenante sull’1.33 medio/basso. Raikkonen ha invece iniziato la sua simulazione con gomma Soft e anche lui ha avuto un passo abbastanza altalenante con i tempi (tempo medio: 1.33.medio). Tempi del finlandese piuttosto in linea con quelli realizzati da Hamilton a parità di mescola Soft. Ma dove la Ferrarti ha veramente spaventato tutti è quando ha iniziato il secondo stint: appena montate le gomme soft Vettel ha realizzato un tempo di attacco in 1.31.1 (confermandosi al secondo passaggio in 1.31.7) mentre Raikkonen con le Medie 1.31.7.

Con questo caldo,quindi, Ferrari si è dimostrata la monoposto più costante sulla lunga distanza rispetto a Mercedes e sopratutto Red Bull, solitamente la “regina” del venerdì la quale è apparsa un po’ in ombra.

Una Ferrari che sembra volare con il caldo torrido e le tanto agognate “gomme ribassate”, che faranno, con tutta probabilità, l’ultima comparsa proprio qui a Silverstone. Al netto di carichi di benzina e mappature motore, al momento la scuderia di Maranello sembra quella favorita per qualifica e gara, Mercedes “party mode” permettendo.

Vettel:”Ho trovato subito un buon feeling con la SF71H”

Il tedesco della Ferrari, dopo aver realizzato la migliore prestazione nelle prove libere di questo pomeriggio, davanti ai microfoni dei media, è sembrato molto positivo,consapevole di aver vissuto uno dei migliori venerdì della stagione. Miglior  crono di giornata a parte, Vettel è contento sopratutto per aver trovato fin da subito il feeling con la SF71H e per aver constatato come i nuovi aggiornamenti sembrano funzionare a dovere.

“Credo che sia difficile dirlo. Non abbiamo visto ancora molto, perché si raccolgono molti dati, ma non c’è molto tempo tra le due sessioni. Tutto quello che abbiamo messo sulla macchina ha funzionato e credo che sia un passo nella giusta direzione. La cosa più importante però è che abbiamo avuto un buon bilanciamento fin dall’inizio della giornata ed ho trovato un buon ritmo. Per cambiare per una volta, abbiamo avuto un buon venerdì e speriamo di continuare con questo slancio anche domani e domenica”.

GP di Gran Bretagna 2018 - Venerdì - Silverstone 2018 - Sebastian Vettel

Mercedes e Silverstone è stato negli ultimi anni un connubio imbattibiile, sopratutto con l’idolo locale Lewis Hamilton. E’stato chiesto a Vettel se lui e la Ferrari hanno il potenziale per “spezzare” questo connubio magico e ha detto:

“Ci proveremo ovviamente ad uccidere la loro magia, ma ci abbiamo provato anche negli anni scorsi. Sono sempre stati molto forti su questo circuito e ci aspettiamo che lo siano anche domani. Speriamo di essere vicini e questa sarebbe già un’ottima notizia perché questa non è mai stata una pista troppo buona per noi. Oggi l’inizio è stato buono, speriamo di poter migliorare anche domani per uccidere la loro magia”.

L’inusuale caldo torrido in quel di Silverstone ha creato qualche grattacapo ai team nella gestione delle gomme, nonostante siano state portate le Pirelli ribassate di 0,4mm. Vettel ritiene che sia un problema con cui devono avere a che fare tutti i team e l’obiettivo sarà quello di non surriscaldarle troppo.

Credo sia lo stesso per tutti .Le gomme sono calde, sono troppo calde, però tutti fatichiamo. Quindi il trucco questo weekend sarà tenerle più fredde possibile“.

Infine è stata chiesta al pilota tedesco della Ferrari un opinione sull’introduzione della nuova zona DRS che comprende anche il tratto di curva 1.

Chiedete a Romain cosa pensa della zona DRS – ironizza Vettel in riferimento al crash avvenuto in mattinata del francese – Per noi è andata piuttosto bene. Non so se cambi più di tanto per i sorpassi, ma questo lo vedremo domenica. Ovviamente in qualifica sul giro secco è lo stesso per tutti“ ha concluso il 4 volte iridato.

Raikkonen: “Non ho usato il DRS in curva 1”

Il finlandese della Ferrari ha chiuso con il quarto tempo nel pomeriggio, con un distacco di quasi mezzo secondo dal leader di giornata, il suo compagno di squadra Vettel. Un Kimi apparso subito in forma tra le veloci curve del circuito inglese e dove il protagonista è stato il grande caldo torrido.

Proprio sull’inusuale caldo Kimi si è soffermato nell’intervista post libere, sottolineando come sia un bene per le monoposto di Maranello, visto che domenica scorsa in Austria sia lui che Vettel si sono trovati a loro agio con le temperature elevate.

Se guardiamo all’ultima gara, siamo arrivati 2° e 3° quando c’era caldo. Ma non so, siamo su un circuito diverso, con gomme diverse, con meno battistrada e quindi vedremo domenica. Però finora è andato tutto bene. Speriamo di continuare così, perché preferiamo queste condizioni rispetto al freddo“.

GP di Gran Bretagna 2018 - Venerdì - Silverstone 2018 - Kimi Raikkonen

Raikkonen ha rivelato poi che non ha utilizzato “l’ala mobile” nel nuovo tratto di zona DRS in curva 1, che ha già fatto una vittima nella mattinata: la Haas di Romain Grosjean.

“Credo che nella zona DRS aggiunta qui a Silverstone sia complicata. E’ difficile tenere aperto il DRS. Io ad esempio non ero a mio agio e ho preferito chiuderlo. Alla fine non fa tanta differenza sul tempo che cerchi sul giro secco. Forse si riesce a limare giusto qualche centesimo” ha concluso Iceman.

Giuly Bellani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: