Mister E non si è fatto pregare nel dare un giudizio sulla stagione del Cavallino citando i numerosi sbagli effettuati dal team fino ad ora

In un’intervista rilasciata alla rivista svizzera Blink, l’ex patron della Formula 1 Bernie Ecclestone ha usato il pugno di ferro contro la Ferrari e la stagione 2018 disputata dagli uomini di Maranello: ”Con Schumi certe cose non sarebbero mai successe. Sebastian è rimasto deluso di quanto accaduto a Monza ( la squadra non ha detto a Raikkonen di lasciarlo passare) ed a Singapore è stato chiamato troppo presto ai box perdendo la posizione su Verstappen. Sono convinto che il mondiale sia già assegnato e che Hamilton sarà il campione del mondo”.

Non si tratta certo di una situazione facile per la Ferrari e per Vettel, sui quali piombano critiche da tutte le parti. Come se non bastasse, ci sono 40 punti da recuperare su un fenomeno come Lewis che è in uno stato di grazia, e 37 su una ritrovata Mercedes nel mondiale costruttori. La prossima pista di Sochi si tratta di una vera e propria ultima spiaggia per il Cavallino che ha l’obbligo di piazzare una doppietta su un tracciato che ha visto un poker di vittorie Mercedes su quattro edizioni.

Mister E si è poi espresso anche in difesa del marchio Ferrari: ”La Ferrari è la F1 e la F1 è la Ferrari. Aiutarli è sempre stata la cosa più intelligente da fare e lo abbiamo sempre fatto tramite i regolamenti tecnici. Anche le altre squadre sono importanti ma la Ferrari lo è di più, dunque in numerose occasioni abbiamo dato una mano per dargli modo di vincere di più”.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: