Inizia oggi ad Almeria il secondo step della selezione di piloti dove le 28 selezionate si metteranno in gioco per concorrere alla line up definitiva della W Series. Il campionato vedrà i semafori verdi accendersi a inizio maggio e questa seconda fase è importantissima

I piloti e i membri del team della W Series sono pronti  per questo momento cruciale. Per scoprire cosa bisogna aspettarsi ecco cosa ha rilasciato il direttore gara, Dave Ryan.

  • Cosa succederà ad Almeria da oggi?

“La prima fase del programma di selezione driver della W Series si è svolta a Melk [Austria] alla fine di gennaio. A Melk abbiamo messo le 54 qualificate per la W Series alla prova in tre giorni di test intensivi, prove e valutazioni – comprendenti esercizi in pista, valutazioni della forma fisica e mentale e esami di di presentazione e media – e le 28 che hanno superato con successo il programma a Melk saranno in Almeria per la seconda e ultima fase del programma di selezione alla fine di questo mese.
“E’ un programma molto più incentrato sulle gare rispetto a quello che abbiamo effettuato a Melk, questa volta esclusivamente sulle vetture della W Series, mentre a Melk abbiamo usato Ford Focuses e Porsche Caymans, e saranno quattro giorni racing su cinque giorni. Tutti i 28 piloti dedicheranno tutto il tempo necessario alle nuovissime Tatuus T-318 Formula 3 con motore da quattro cilindri in linea da 1,8 litri turbo Autotecnica da 270 CV, equipaggiate con pneumatici slick Hankook F200 [o Z217 batte le gomme se piove] e beneficia di una discreta quantità di carico aerodinamico generato.
Sono buone macchine, veloci e fisiche, ma ogni pilota avrà un ingegnere Hitech a disposizione per guidarla attraverso l’intero processo. Alla fine del test, ci aspettiamo di essere in grado di annunciare la line-up finale di piloti che prenderanno parte alla prima stagione di W Series racing, a partire da Hockenheim all’inizio di maggio “.

  • Cosa state cercando?

“Ovviamente registreremo i tempi sul giro e il ritmo dei piloti sarà importante, ma cercheremo anche la velocità di miglioramento di ogni pilota durante tutto il test, la capacità di ciascun pilota di lavorare tecnicamente e produttivamente con gli ingegneri e i meccanici, e la loro resistenza e coerenza su stint più lunghi. Le gare della W Series avranno una durata di poco più di mezz’ora, e la forma fisica e mentale sarà chiaramente importante nelle fasi successive di ogni gara. ”

  • Le vetture impiegate nella W Series non hanno il servosterzo, vero?

“No, non lo fanno. Abbiamo passato molto tempo a discutere sul tipo di vettura per la W Series e abbiamo deciso di affidarci alla Tatuus T-318 dopo una lunga serie di ricerche e discussioni. Volevamo una macchina da corsa che offriva un pacchetto di prestazioni nelle corde di tutti i piloti provenienti da rotte diverse , ma che le avrebbe anche preparate per le prossime fasi della loro carriera da corsa, qualunque esse fossero.
“Alcuni dei nostri piloti aspirano un giorno a correre in Formula 1 – e perché non dovrebbero? – mentre altri hanno messo gli occhi su WEC, IndyCar o Nascar per esempio. Ma, maschio o femmina, nessuno può correre prima di poter camminare e, proprio come i piloti maschi devono passare un paio d’anni in Formula 3 prima di passare alla Formula 2, quindi anche i nostri piloti dovranno probabilmente passare un po ‘di tempo in W Series prima che considerino i loro prossimi passi. Per il meglio dei nostri piloti, il prossimo passo potrebbe essere la Formula 2 e le vetture di Formula 2 non hanno il servosterzo. Quindi vogliamo preparare i nostri piloti per tutte le eventualità – quindi non c’è il servosterzo sulle vetture della W Series.
“Ma, per essere chiari, la pesantezza dello sterzo di una macchina da corsa è regolata da un’intera gamma di variabili, non solo la presenza o l’assenza di servosterzo, e faremo in modo che le vetture della W Series siano fisiche, come dico io ma anche “progressive” e gestibili in termini di maneggevolezza. ”

  • Perché hai selezionato Almeria per la seconda parte del programma di “selezione driver” della W Series?

“Almeria è un circuito di 4,1 km costruito nel 2001 con in mente sia i test sulle MotoGP che di Formula 1. Si tratta di una pista altamente tecnica composta da 14 curve, alcune delle quali con apici doppi e persino tripli e un rettilineo da 0,97 km. Alcune delle curve sono strette e tortuose, richiedono pesanti frenate, ma altre sono veloci e scorrevoli. C’è anche un sacco di cambiamenti di elevazione. Nel complesso, è un buon circuito, adatto alle vetture di Formula 3.
“Inoltre, si trova in Andalusia, nell’angolo sud-est della Spagna, sulla costa mediterranea.  Dal punto di vista climatico è di conseguenza uno dei circuiti più aridi d’Europa. Questo è importante, tenendo presente il periodo dell’anno in cui saremo lì. Ci aspettiamo quindi un’aria secca con temperature medie durante il giorno di 18-20 gradi. Ma nell’improbabile caso che piova, saremo pronti e preparati, naturalmente. ”

  • Qual è stata la tua impressione dei piloti della W Series che hanno partecipato alla prima parte del programma di selezione a Melk, in termini di abilità e di atteggiamento?

“Nel complesso, siamo rimasti molto colpiti dalla loro determinazione, dalla loro ambizione e dalla loro concentrazione. Essi variavano molto in termini di età ed esperienza, e questa disparità si manifestava inevitabilmente in alcuni degli esercizi, ma lo spirito di squadra tra loro era davvero molto forte.

Anche in termini di forma fisica ci sono state delle variazioni, ma le 28 che hanno superato con successo la prima fase del programma di selezione hanno lasciato Melk decise ad allenarsi duramente per la seconda tappa ad Almeria. Il team di social media della W Series mi ha detto che molte di loro hanno pubblicato regolarmente foto dei loro allenamenti in palestra e questo è bello. Allo stesso modo, in termini di conoscenza tecnica, alcune di loro hanno un po ‘di margine di miglioramento, ma anche i più preparati lavoreranno su questo. I bravi piloti non smettono mai di imparare. ”

  • I giornalisti e / o i fan potranno partecipare al test Almeria della W Series?

“Purtroppo no. Come il programma a Melk, il nostro test ad Almeria sarà un evento privato, in modo da limitare al massimo la distrazione del pilota. C’è molto in gioco per queste donne, e la pressione sarà molta, quindi abbiamo deciso di non invitare giornalisti e fan. Ma, una volta annunciato la nostra line-up di piloti, li testeremo tutti a Lausitzring a metà aprile. Quel test sarà aperto a giornalisti e fan, come ovviamente tutte le gare della W Series “.

  • I  meccanici e ingegneri saranno donne?

“Hitech sta assumendo un gruppo di eccellenti meccanici e ingegneri per noi, in modo da offrire a tutti i nostri conducenti il massimo livello possibile.  Alcuni di loro saranno donne. In futuro, intendiamo attuare programmi che incoraggeranno sempre più ragazze e giovani donne ad abbracciare materie STEM [scienze, tecnologia, ingegneria e matematica] presso scuole, college e università, al fine di diventare meccanici e ingegneri di pista. La W Series esiste per incoraggiare tutti i tipi di donne a impegnarsi e lavorare nel motorsport, non solo piloti. ”

Ora rimaniamo in attesa.  Le 28 selezionate si metteranno in gioco in Spagna a partire da oggi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: