Tempo di giudizi per Sebastian Vettel che, a cinque gare dalla fine del Mondiale, da un giudizio alla sua stagione.

Sebastian Vettel valuta la sua stagione. Lo fa quasi alla fine del 2019, quando sembra essere arrivato il momento di iniziare a tirare le prime somme, utili per valutare quanto fatto, e utili come base da cui ripartire nel 2020.

Lo ha fatto, Sebastian, nel corso di un intervista al giornale tedesco Sport Bild, non usando mezzi termini, anzi voti, nella valutazione del suo operato, attribuendosi un voto oggettivamente basso per qualsiasi pilota.
“Due meno”, ha sentenziato il Tedesco, che ha spiegato poi le ragioni della sua decisone:

“Penso che nel complesso sia stato ok, per me è importante capire cosa è successo in questa stagione”.

Sebastian Vettel, valuta la sua stagione come ok, perché alla fine, dati i valori in campo visti nelle prime gare, e i vari passi falsi, tra penalità e guasti, il quinto posto che attualmente occupa Seb in classifica non è così deludente, considerando anche il ridotto gap dal team mate Leclerc.

Non mancano però gli elementi che non possono far gioire Vettel di questo suo 2019, come i vari errori commessi nelle prime gare, le molte difficoltà con la SF90, e il non facile rapporto con Charles Leclerc.

VettelUn rapporto che sta venendo Seb subire il giovane pilota, in vari settori: in qualifica, terra di conquista, storicamente, del #5, dove nelle ultime gare il confronto è 9-0 per Charles, nell’adattamento alla vettura, e nel rapporto con il team, oltre che nel rapporto reciproco.

Vari fattori, dunque, non hanno deposto a favore del quattro volte campione del Mondo, che dunque ha motivo di non essere felice del suo operato in questa stagione.

Come sempre, il pilota di Heppenheim ha analizzato con maggior precisione e chiarezza il suo 2-, mostrando grande umiltà e capacità di autocritica nel parlare di sé:

“Se sei onesto con te stesso, non solo nel campo dello sport, sai sempre se hai dato tutto o se avresti potuto fare qualcosa di meglio”.

Tutte situazioni, queste, che non hanno fatto altro che minare le certezze di Vettel, tanto che da tempo molte voci si rincorrono sul suo futuro, spaziando da un ritiro a fine anno, ad un 2020 sabbatico, fino ad un divorzio anticipato da Ferrari.
A riguardo, è stato interrogato Gerhard Noack, guru del kart che ha lavorato con Vettel e Schumacher.

“Penso che Sebastian continuerà a guidare nel 2020”, ha esordito Noack, che ha poi incalzato: “Quello che succederà è scritto nelle stelle.”

Punto di vista chiaro, che di fatto, non espone dubbi sul futuro, almeno nella prossima stagione di Vettel, a Maranello.
Una stagione che però però non sarà assolutamente semplice, visto che le pressioni per diventare Campione del Mondo in Rosso saranno enormi, alle quali si aggiungeranno quelle relative al rapporto con Charles Leclerc.

“Non è che esista un progetto su come diventare un campione del mondo tedesco con la Ferrari”, ha spiegato Gerhard.

Un 2020 che non sarà di certo facile, per il Ferrarista, il quale avrà una grossa chance di coronare il suo sogno di vincere in Rosso, e di portare a termine una stagione da 10 e non da 2-.
Per farlo, dovrà iniziare a gettare le fondamenta già dalla fine di questo 2019, iniziando con il riprendendosi, ufficialmente, i gradi di capitano.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: