Durante una recente intervista, Sebastian Vettel ha provato ad analizzare lo straordinario dominio Mercedes negli ultimi anni.

La Mercedes si è laureata, nel corso dello scorso fine settimana, a Suzuka, campione del mondo Costruttori per il sesto anno consecutivo.
Una vittoria che, di fatto, sancisce un dominio tecnico, sportivo e tecnologico assoluto da parte del team di Stoccarda nell’era turbo-hybrid.
Tutti i protagonisti del Circus iridato, da Domenica, stanno spendendo parole di elogio verso i grandiosi risultati ottenuti dal team di Toto Wolff. È intervenuto , sulla questione, anche il principale avversario di Mercedes negli ultimi anni, Sebastian Vettel:”La Mercedes di questi anni è molto vicina alla perfezione”.

Nel corso di una recente intervista, il pilota di Heppenheim è stato interrogato su quali, secondo lui, sono i segreti o i punti di forza di un team che, ormai da sei stagioni, monopolizza la scena.
Da esterno però, Seb non può fornire una spiegazione dettagliata, ma può limitarsi a descrivere ciò che osserva, alla pari di un qualsiasi esperto di F1.

“È molto difficile, ovviamente non si può vedere cosa stanno facendo” ha esordito Sebastian, che ha aggiunto: “Penso che dall’esterno siano molto vicini alla perfezione ogni volta che escono in pista, commettendo pochissimi errori”.

“Questo è certamente parte di ciò che li rende così forti -ha precisato il Tedesco- ma, se ottieni il titolo Costruttori con quattro gare di anticipo, ci sono molte cose che stai facendo meglio di tutte le altre squadre.”

Per il #5 di Maranello, dunque, non è riconoscibile un solo elemento che rende speciale la Mercedes. È, invece, l’insieme di vari fattori che sta portando il team della stella sul tetto del Mondo.
Fattori che spaziano dalle strategie alla gestione dei piloti, dalla superiorità tecnica fino alla coppia di piloti.

 


Il Ferrarista si è poi focalizzato su una spiegazione della superiorità argentata maggiormente legata all’ambito tecnico.

“Se andiamo nei dettagli, -ha dichiarato Vettel- si può discutere su ciò che la loro auto, forse, sta facendo meglio della nostra. Non penso che ci sia un punto nel complesso, è un lavoro di squadra”.

Cosi come il team intenso globalmente, anche la W10 gode di una supremazia non ascrivibile ad un singolo elemento, ma ad una serie di punti. Punti che, soprattutto nelle prima parte di stagione, gli hanno permesso di battere la SF90.
Anche in questo caso, il predominio della freccia d’argento spazia da una maggiore downforce fino alla gestione delle gomme, passando per la Power Unit molto vicina a Ferrari in termini di potenza.

Se è vero che, come dice Vettel:“La Mercedes di questi anni è molto vicina alla perfezione”, il quattro volte campione del mondo, ha concluso la sua intervista sostenendo che la Rossa ha tutto il potenziale per battere la Mercedes. Ciò che davvero manca è la capacità di amalgamare tutti questi ingredienti per arrivare a sfornare una stagione da titolo mondiale.

“Sono molte piccole cose. Non è una cosa che dobbiamo migliorare, sono molte piccole cose che dobbiamo fare meglio, ognuno di noi. Questo è l’unico modo in cui possiamo provare a infastidirli. Speriamo che si annoino un po’, vedremo cosa succede. Come ho detto, penso che abbiamo gli ingredienti, abbiamo l’impegno, abbiamo l’intelligenza ma dobbiamo solo farlo meglio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: