Dopo aver vinto il mondiale 2016 con la Mercedes battendo Lewis Hamilton, Nico Rosberg ha aperto un canale YouTube dove al termine di ogni gara commenta gli episodi avvenuti, senza far mancare diverse critiche ai suoi ex colleghi in pista.

L’ultima “vittima” dei video di Rosberg è stato Max Verstappen, il quale secondo il tedesco ex Mercedes si è ritenuto colpevole, durante il Gran Premio del Belgio, di aver compromesso la gara di Kimi Raikkonen, tornando a commettere gli errori che spesso faceva in passato.

 

 

La risposta dell’olandese della Red Bull non è tardata ad arrivare, prima paragonando Rosberg a Jacques Villenevue e infine attaccando il tedesco, con il quale già in pista non andava troppo d’accordo:

Penso che sia il nuovo Villeneuve con quel suo modo di esprimere pareri negativi, forse vuole spettatori, o qualcosa del genere, perché lo fa spesso. All’inizio dell’anno mi ha chiamato ‘narcisista, il che è abbastanza estremo. Parte del suo problema è che non ha carisma. Forse vuole fare soldi con YouTube, ma avrebbe potuto guadagnare molti di più continuando a guidare”.

Un altro pilota che non ha particolarmente gradito i video di Rosberg, è proprio colui il quale è stato battuto dal tedesco nel 2016, Lewis Hamilton. L’inglese della Mercedes infatti, sul suo account Instagram ha condiviso il pensiero di Verstappen riguardo il suo ex compagno di squadra:

È una dinamica interessante quella che vede piloti che prima erano qui con noi vestire i panni dei critici una volta usciti dalla F1. La realtà è che quando si smette di correre forse si diventa un po’ irrilevanti“.