La imagen puede contener: cielo y exterior

Le sfide sono ciò che rendono la vita interessante mentre superarle è ciò che le dà significato, solo i forti non si scoraggiano mai pensando che ogni tentativo sbagliato e scartato è un altro passo avanti. Non importa quante volte si cade senonchè la forza e volonta con la cuale ti rialzi. Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni, ed in F1 ogni pilota che brama sete di vittoria vuole trasformare i propri desideri in realtà.

Signore e signori benvenuti alla sessattottesima edizione del Gran Premio di Gran Bretagna nella località di Silverstone. Giunti quasi a metà stagione il mondiale di Formula Uno 2017 si fa sempre piú avvicente per la lotta al vertice, mentre si vanno delineando i valori della varie scuderie. Entriamo nella fase “calda” della stagione, e non solo a livello climatico senonché queste sono le gare che iniziano a indirizzare il campionato verso chi meglio fa il proprio lavoro.

 

-Storia

Henry Segrave fu il promotore delle prime gare automobilistiche nel paese inglese, e la prima vera e propria edizione del Gran Premio di Gran Bretagna avvenne nel 1926, nel circuito di Brooklands.

No hay texto alternativo automático disponible.

I vincitori furono i francesi Louis Wagner e Rober Sènèchal al volante di una Delage 155B.

Il tracciato fu inaugurato 110 anni fa nel lontano 1907, fregiandosi come primo impianto sportivo mondiale permanente essendo costruito propio per le varie competizioni motoristiche.

Il layout del circuito era di forma ovale ma nascondeva una gran particolarità. A differenza della gran parte delle piste la retta pricipale – denominata all’epoca Finishing Straight – si utilizzava solo per la partenza, arrivo ed eventuali soste ai box.

Durante la gara i piloti non passavano sul rettilineo, ma bensi percorrendo l’unica curva a destra (the Fork), che dopo un breve rettilineo sfociava nella curva parabolica Home Banking, creata da una sopraelevata sostenuta con un terrapieno.

Il tracciato ospitò il suo ultimo evento nel 1939, essendo stato utilizzato in varie occasioni anche come campo di aviazione per la Gran Bretagna.

Ai giorni nostri ospita il Brooklands Museum dove si può osservare la storia sull’aviazione e automobilismo, essendo anche un punto d’incontro per eventi relazionati con auto, moto ed altri mezzi di locomozione.

La imagen puede contener: exterior

Parlando di Formula Uno la gara britannica è sempre stata presente nel calendario dal 1950, dove la prima edizione si svolse propio nel circuito di Silverstone.

 

-Layout

La imagen puede contener: una persona, texto

Il circuito è un misto tra curve veloci e rettilinei e zone più “guidate”, le temperature di solito non sono alte e non vi è una particolare sollecitazione all’impianto frenante.

Un corretto setting della macchina è fondamentale nelle parti più lente per avere una buona trazione meccanica, mentre a livello aerodinamico un buon livello di deportanza risulta fondamentale quando si affrontano le curve veloci Maggotts e Becketts.

Si presume un buon uso del Mgu-H abbinato a un carico aerodinamico medio-alto per le monoposto, come fondamentale sarà la gestione degli penumatici e delle loro finestre di esercizio.

Due zone DRS:

La prima si trova tra le curva 5 e 6 con la zona di rilevazione prima della la curva 3, mentre la seconda é ubicata nel rettilineo prima di curva 14, con punto di attivazione tra la curve 10 e 11.

Il tracciato misura 5.891 metri, con un totale di 18 curve (10 in senso orario e 8 in senso antiorario ) per coprire una distanza totale di 306,198 km. Il giro più veloce della pista è di Mark Webber che ha fermato il cronometro in 1:33.401 millesimi nell’anno 2013.

 

-Pneumatici 

No hay texto alternativo automático disponible.

Per la gara Pirelli porta i seguenti composti: Super SoftSoftMedium. Naturalmente in caso di pioggia saranno disponibili: IntermediateFull Wet.

Sicuramente un circuito esigente per le coperture visto il layout che presenta curve lente e molto veloci, le forti accelerazioni laterali prolungate sollecitano la struttura interna del composto.

Nelle curve 6 e 7 le gomme anteriori sono sottoposte ad una accelerazione combinata longitudinale e trasversale che richiede un alto livello di grip, inoltre con il cambio di traettoria si provoca un violento trasferimento di carico alle coperture, impegante in trazione e sterzatura che garantiscano la migliore accelerazione in uscita curva.

Nella veloce curva numero 9 si genera una gigasesca accelerazione laterale, che raggiunge un grado di 5G, mentre dopo il rettilineo più rapido del circuito dove si superano abbondantemente i 300 Kh/h la monoposto si prepara ad una serie di manovre, ( staccata, inserimento ed impostazione curva) che producono forti sollecitazoni meccaniche sulle carcasse e termiche sul battistrada.

 

Orario

La imagen puede contener: cielo, texto y exterior

 

-Meteo 

Il Clima in Gran Bretagna come noto anche nei periodo estivi non è certo dei migliori se lo paragoniamo alle regioni facenti parte del mediterraneo. Estati fresche con piogge e temporali soventi sono la normalità, con temperature massime che oscillano generalemente tra i 15 e 20 gradi, mentre la sera possono scendere parecchio addiruttura soto i 10 gradi.

No hay texto alternativo automático disponible.

 

-Conclusioni

 Circuito molto bello, tecnico e ricco di “insidie” dove i piloti testeranno le monoposto prima di gareggiare in una pista storica, capace di raccontarci tante storie di gare fantastiche. Sarà interessante con le nuove monoposto 2017 vedere la differenza di velocità nelle curve più rapide e la gestione e come saranno gestiti gli pneumatici pirelli.

Inoltre si dovrebbero vedere alcuni aggiornamenti motore ed aerodinamici che potrebbero “rimescolare” in parte le carte in tavola, soprattutto nella lotta al vertice dove nonostante le 10 gare non c’è un vero dominatore del mondiale.

Si preannuncia quindi un Gran Premio emozionante con alcune variabili che possono “generare” una gara appassionante, capace di tenerci incollati ai teleschermi.

 

L’attesa giunge al termine signore e signori e si avvicina l’ora dell’azione.

Come sempre allacciamo forte le cinture, e via…giù il piede senza paura!

#KeepPushing

Arcari Alessandro : @Berrageiz

Foto: Getty Images

Infografica: @Berrageiz

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: