Sessione di prove libere ottime per la Mercedes come da un paio d’anni a questa parte, anche nel venerdì del Gran Premio della Gran Bretagna, GP di casa del campione del mondo Lewis Hamilton non ha deluso.

Due prove libere in cui la Mercedes si è resa protagonista, dove insieme alla Ferrari non ha avuto problemi di nessun genere.

La Mercedes ha effettuato una prima sessione di prove libere a dir poco perfetta, dove Lewis Hamilton con le gomme SOFT ha fatto registrare il miglior tempo della sessione, chiudendo in testa con un tempo di 1:27.487 battendo così il suo compagno di squadra Valtteri Bottas per soli 0.367 secondi, ma il risultato ottenuto dal team è stato eccellente ipotecando così le prime due posizioni.

Nella seconda sessione di prove libere invece la Mercedes con Lewis Hamilton ha ceduto la leadership al ferrarista Sebastian Vettel, classificandosi solo secondo ma a distanza di 0.187 secondi, inoltre a consolare il team tedesco è il tempo fatto segnare da Sebastian Vettel che è più lento rispetto a quello fatto segnare da Lewis nelle FP1.

Il finlandese Valtteri Bottas invece si classifica sempre alle spalle del suo compagno di squadra, ma questa volta cedendo una posizione e classificandosi terzo.

Conclusione? Anche il Gran Premio d’Inghilterra lascia ben sperare i tifosi e i piloti Mercedes visti gli ottimi risultati.

L. Hamilton rilascia delle dichiarazioni dopo le prove libere:

“La pista è più veloce di quanto sia mai stata, è folle quanto sia veloce (ndr. riferendosi all’incremento della terza zona DRS)”,

“Con le velocità che stiamo raggiungendo ora e la forza G che stiamo tirando, penso che sarà la gara più fisica dell’anno”.

Il compagno Bottas dichiara:

“La pista è molto diversa rispetto agli anni precedenti, c’è molta aderenza sul nuovo asfalto, ma allo stesso tempo molti dossi”,

“Le Ferrari sembrano davvero competitive, mi aspetto che troveremo prestazioni per domani, ma saranno molto vicine”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: