Vicino la firma per organizzare un altro Gran Premio negli Usa

La F1 si appresta ad organizzare un altro Gran Premio negli Usa, questa volta nella suggestiva cornice di Miami. Ci sarebbe già un accordo di linea con i proprietari dello stadio Miami Dolphins NFL per organizzare una gara in Florida a partire dal 2021. Una location che da sempre affascina il mondo dei motori

La zona dove potrebbe trovare spazio la gara sarebbe un nuovo layout, ricavato dalle piste attorno allo stadio Hard Rock dei Dolphins nel centro di Miami. Manca però ancora l’approvazione della Contea di Miami-Dade. Tuttavia la gara pare non piacere ad una parte della città, che ostacolerebbe il progetto. C’era già stato un precedente tentativo di organizzare una gara in uno dei posti più suggestivi degli Usa, ma non se n’era più parlato perché una parte della città era contraria ad interrompere le normali attività per la costruzione di una pista e il relativo Gran Premio.

La nuova proposta però riguarda interamente i terreni di Stephen Rosso, proprietario del franchising di football americano Miami Dolphins. L’evento ricorderebbe il precedente che si tenne al Caesar Palace di Las Vegas, dove si corse due volte nel parcheggio del celebre casinò, nel 1981 e nell’82.

Nella loro dichiarazione, il boss commerciale della F1 Sean Bratches e Tom Garfinkel, amministratore delegato dell’Hard Rock Stadium, hanno sottolineato i vantaggi finanziari che otterrebbe la città grazie alla gara.

f1_miami_stadio

“Con un impatto annuale stimato di oltre 400 milioni di dollari e 35.000 pernottamenti, il Gran Premio di Miami di F1 sarà un colpo economico per il sud della Florida ogni anno”, si legge in una nota.

I residenti hanno espresso preoccupazione per il traffico, il rumore e l’inquinamento e sono supportati dai commissari chiave del consiglio di Miami-Dade, che dovrebbe votare i piani nelle prossime settimane.

Bratches si è concentrato su Miami come il luogo ideale per raggiungere le ambizioni della F1. Ma l’ex dirigente di ESPN lascerà il suo ruolo in F1 alla fine di quest’anno, come ha riportato la BBC Sport ad agosto.

La Liberty ha intenzione di espandere la F1 negli Usa visto il successo che ha ogni anno la gara ad Austin, in Texas, che si tiene dal 2012. E Lewis Hamilton è uno dei massimi estimatori delle gare d’oltreoceano.

Di Marina Beccuti

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: