In Gara 2 si è imposto il pilota inglese della BMW con una gara in solitaria. Alexander Sims ha preceduto il compagno di squadra Maximilian Günther e Lucas Di Grassi su Audi.

Sul circuito cittadino di Ad Diriyah si è riconfermato in pole position, dopo l’appuntamento di ieri, Alexander Sims su BMW. Il pilota automobilistico londinese ha conservato la leadership in partenza, respingendo gli attacchi della Nissan di Sebastien Buemi e dell’Audi di Lucas Di Grassi.

BMW

La corrente Alexander Sims ha cercato da subito di impostare una gara d’attacco, creando un vuoto sui diretti avversari. Alle sue spalle Buemi e Di Grassi hanno fatto fatica a tenere il passo del pilota della BMW.
Antonio Felix da Costa su DS Techeetah si è unito alla festa, superando Lucas Di Grassi ed elevandosi in terza posizione. Il portoghese al debutto sulla monoposto franco-cinese in questo primo weekend stagionale ha poi speronato Buemi, compromettendo la corsa del pilota svizzero della Nissan. Antonio Felix da Costa è, naturalmente, finito under investigation per il contatto con Buemi e penalizzato con un drive through. Il pilota della Nissan è rientrato nella traiettoria ideale con una manovra considerata giustamente pericolosa e ha subito a sua volta una penalità di 10 secondi.

Il colpo di scena è arrivato al minuto 28 con l’incidente di Sam Bird, finito a muro per un contatto duro con Evans prima e Wehrlein poi. Dopo il trionfo in Gara 1, il pilota della Virgin ha dovuto alzare bandiera bianca e gara compromessa anche per Evans e Wehrlein.

Mercedes Formula E

Safety Car in pista e gruppo ricompattato. Dal centro gruppo si sono elevati Maximilian Günther sulla seconda BMW e Stoffel Vandoorne sulla Mercedes.

A cinque minuti dal termine della corsa, il leader Sims è stato segnalato sotto investigazione per la ripartenza dalla SC. Dietro al pilota inglese della BMW, Lucas Di Grassi ha provato a rimontare grazie all’aiuto dei 35 kW extra di potenza dell’Attack mode. Il brasiliano dell’Audi ha sopravanzato Vandoorne e ha insidiato Maximilian Günther, ma alla fine si è dovuto accontentare della medaglia di bronzo.

Prima vittoria in carriera in Formula E per Sims e grande successo per il team BMW. La Mercedes, invece, dopo l’ottimo podio di Vandoorne in Gara 1 si è riconfermata al vertice con il quarto posto finale del belga in Gara 2.

Jean-Eric Vergne

Dall’ultima casella dello schieramento Jean Eric-Vergne, campione del mondo in carica, ha concluso la corsa fuori dalla zona punti dopo diverse penalità. Weekend da dimenticare anche per Jerome D’Ambrosio che è stato costretto al ritiro, rimanendo fermo sullo schieramento al momento del formation lap.

Venturi

Weekend amaro per Felipe Massa

L’ex pilota della Ferrari, Felipe Massa, ha chiuso il weekend arabo con zero punti. Il driver brasiliano della Venturi ha concluso entrambe le corse fuori dalla zona punti, penalizzato a ripetizione dalla direzione gara. Deluso per il risultato, Felipe ha comunque rilasciato delle dichiarazioni interessanti sulla Formula E.
Sono certo che qualsiasi pilota che non ha la possibilità di rimanere in F1, proverà a venire in Formula E. Sono sicuro al 100%. Ogni pilota qui è in grado di correre in F1 e alla fine tutti potrebbero avere successo in Formula 1”, ha annunciato Massa sempre più entusiasta della serie elettrica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: