Fino ad ora la SF90 di Maranello ha dimostrato di essere la monoposto più rapida in pista, in termini di velocità pura.

Questo vantaggio dato dalla Power Unit Ferrari sembra però essere sfruttato molto di più in qualifica, dove la Rossa riesce a sprigionare 40 cavalli in più rispetto alle rivali Mercedes e Red Bull.

Questo spiega i risultati fino a questo momento del mondiale che la Ferrari ha ottenuto in qualifica, con tre pole position in circuiti di motore (Bahrain, Canada, Austria) e distacchi dal pole man che si riducono a pochi decimi o addirittura millesimi in piste dove ci vuole più carico aerodinamico.

Mentre il sabato quindi la Ferrari riesce ad essere competitiva grazie al party mode, non riesce ad esserlo anche la domenica dove la SF90 fa fatica anche nei rettilinei, come ha dimostrato Charles Leclerc a Silverstone dove faceva fatica a rimanere in scia della Red Bull di Pierre Gasly.

Questa discrepanza di prestazioni tra il sabato e la domenica è stata analizzata dall’autorevole testata giornalistica tedesca Auto Motor Und Sport, la quale ha rivelato che i 40 cavalli in più sprigionati dalla Power Unit Ferrari in qualifica non vengono sfruttati la domenica in gara.

Che sia motivi di affidabilità o altro non ci è dato saperlo, però questa rivelazione dimostra il perché il sabato il distacco dai primi sembra essere minimo mentre la domenica la Ferrari anche quando è partita dalla pole position non si è mai dimostrata la più veloce in gara.

Staremo a vedere come i tecnici di Maranello riusciranno a risolvere questo problema, permettendo così a Charles Leclerc e Sebastian Vettel di essere competitivi anche la domenica, visto che è in gara che si fanno i punti e non il sabato in qualifica.

Il prossimo appuntamento è in Germania ad Hockenheim, dove nel primo settore la Power Unit Ferrari dovrà fare la differenza, visto che il secondo e terzo settore di medio-alto carico saranno difficili per la SF90.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: