Il consigliere di casa Red Bull, Helmut Marko si unisce alla lista di addetti ai lavori che in questa settimana, dopo l’errore di Vettel a Silverstone, hanno commentato e criticato l’operato del pilota della Rossa.

Dopo le pesanti critiche da parte di Ralf Schumacher e Luca Baldisserri, i quali hanno definito Vettel “sopravvalutato”, dopo la similitudine con Michael Schumacher a fine carriera fatta da David Coulthard e condivisa da Martin Brundle, mentre Vitantonio Liuzzi pensa che Vettel stia subendo troppo il monegasco suo compagno di squadra Leclerc e Ross Brawn dice che deve prendersi un momento di riflessione, il commento di Helmut Marko assomiglia più ad un consiglio paterno, l’austriaco infatti è stato al fianco di Sebastian Vettel un anno in Toro Rosso e tutti e sei gli anni in Red Bull, compresi ovviamente i quattro anni in cui il tedesco ha vinto il mondiale:

“Sebastian dovrebbe cercare un ambiente diverso e cambiare squadra. Ma non vedo alcuna possibilità che questo possa avvenire nel 2020″.

Il maxi contratto di Vettel e il suo relativo stipendio di ben 39 milioni di euro, inibisce l’avvicinamento di altre scuderie al pilota di Heppenheim, per questo Marko nega l’ipotesi cambio scuderia almeno per l’anno prossimo, anno in cui il contratto del tedesco scadrà.

Vettel Silverstone

Il consigliere della Red Bull pensa che il tedesco della Ferrari stia vivendo un periodo difficile dal punto di vista psicologico, ecco le sue parole ad AutoBild:

Si commettono errori quando non si è più sicuri delle proprie qualità. Questa è una cosa che accade inconsciamente“.

Che Sebastian Vettel soffra di momenti di insicurezza i quali lo portano a commettere errori in pista, ormai lo sappiamo, vedendo la seconda parte del mondiale dell’anno scorso, è bastato l’errore in Germania per far crollare le certezze del tedesco e da lì è iniziata la sfilza di errori che è costata il mondiale alla Ferrari.

L’anno prossimo non è detto che Vettel rimanga in Ferrari e sicuramente se il quattro volte campione del mondo non cambierà rotta ma continuerà a fare questi errori di insicurezza e continuerà a soffrire troppo la pressione, il cambio scuderia potrà davvero fare bene…ad entrambe le parti.