Il responsabile tecnico della FIA ha inviato una nuova direttiva sulla gestione del liquido combustibile alle squadre, la Ferrari ora con la nuova Power Unit può e deve smentire le accuse in pista.

Direttiva FIA contro power unit Ferrari ? – La FIA ha inviato un’altra direttiva ai team per quanto concerne l’utilizzo del liquido combustibile proveniente dal sistema ERS o dall’Intercooler, il quale, dice la nuova direttiva 38/19 non può essere utilizzato nelle camere di combustione.

La pessima prestazione negli USA dopo la direttiva 35/19 ha concesso ai team rivali il beneficio del dubbio sulla regolarità della Power Unit della Rossa, il team del Cavallino però in Brasile potrà contare su una Power Unit nuova sulla vettura di Charles Leclerc.

Ad Interlagos perciò Leclerc monterà una nuova PU, fatto che lo costringerà ad una penalità di 10 posizioni sulla griglia, avendo già sostituito 3 Power Unit durante il corso del mondiale, ma con il mondiale costruttori già vinto dalla Mercedes e quello piloti da Lewis Hamilton, in Ferrari puntano a dimostrare che non c’è stata nessuna violazione del regolamento, dimostrando che il calo avuto ad Austin è stato dovuto da un assetto più carico e da un motore ormai usurato. 

Accuse Ferrari Mercedes Red bull

Nel paddock girano diverse voci riguardo la nuova direttiva, secondo alcuni è stata inviata per far luce su aree grigie del regolamento e non per le accuse dei team rivolte alla Rossa, secondo altri è stata inviata per smorzare una volta per tutte le polemiche, dimostrando che la Ferrari ha sviluppato la propria Power Unit nel pieno rispetto delle regole, essendo stata semplicemente più scaltra nell’agire nei limiti del regolamento.

Ora però al team di Maranello è arrivato il momento di dimostrare in pista la bontà del lavoro svolto, dimenticando le accuse dei team rivali e facendo del cronometro l’unico alleato…sia in pista che fuori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: