Il gruppo MSP Sports Capital ha deciso di investire pesantemente nella McLaren, rilevando una significativa quota di minoranza.

La giornata di ieri ha portato una ventata di entusiasmo in casa McLaren. I diciotto punti conquistati da Lando Norris (P5) e Carlos Sainz (P6) nel GP di Abu Dhabi hanno infatti permesso alla scuderia britannica di agguantare il terzo posto nella classifica costruttori, miglior risultato dal lontano 2012. Anche dietro le quinte, tuttavia, il team di Woking continua a lavorare per tornare a competere per i titoli mondiali. Prima della gara di ieri, infatti, è stato annunciato che il fondo americano MSP Sports Capital, già presente in numerose leghe sportive come la NBA e la MLB, ha acquisito il 15% delle quote di McLaren Racing. Una bella boccata d’ossigeno dal punto di vista economico e finanziario per la scuderia britannica, che a causa della pandemia ha subito gravi perdite.

Questo il comunicato da parte di McLaren: “Il McLaren-Group ha annunciato oggi che ha siglato un accordo per attrarre un nuovo e significativo investimento di lungo termine in McLaren Racing da parte del fondo americano MSP Sports Capital, così da aiutare il suo piano di ritorno al top della Formula 1 e di crescita come franchigia sportiva globale. MSP co-investirà con i suoi partner strategici UBS O’Connor, LLC e The Najafi Companies. MSP Sports Capital è un fondo d’investimento sportivo variegato, con partecipazioni strategiche all’incrocio tra diritti di trasmissione globale, tecnologie di distribuzione, creazione di contenuti, sponsorizzazioni, Esports, scommesse e dati. I dirigenti di MSP Sports Capital sono figure esperte e conosciute nel mondo dello sport, in quanto proprietari, investitori e operatori in MLB, NBA, ESPN e nel management sportivo”.

“L’operazione” – prosegue la nota pubblicata dal team di Woking – “vedrà MSP Sports Capital acquisire una significativa quota di minoranza del team, mentre McLaren Group rimarrà l’azionista di maggioranza. MSP Sports Capital investirà un totale di 185 milioni di Sterline in McLaren Racing, rilevando inizialmente il 15%, per poi aumentare la sua partecipazione fino ad un massimo del 33% entro la fine del 2022. La transizione valuta McLaren a 560 milioni di Sterline post-money. Il CEO Zak Brown si è legato a McLaren Racing a lungo termine e la sua squadra dirigenziale rimarrà in carica. Paul Walsh sarà presidente di McLaren Racing, mentre Jahm Najafi e Sheikh Mohammed bin Essa Al Khalifa diventeranno vice-presidenti. Come parte della transazione, Jeff Moorad di MSP Sports Capital e Rodrigo Trelles Zabala di UBS O’Connor sono nominati nel consiglio di amministrazione di McLaren Racing, insieme a Sultan Ojjeh e Will Griffiths di McLaren Group. Il produttore di supercar di lusso McLaren-Automotive rimane completamente posseduto dal McLaren Group e non è parte di questa operazione”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: