Il GP delle Americhe che ha visto l’assegnazione del titolo mondiale, è stato ricco di colpi di scena, ha dato ulteriori conferme e sciolto alcune certezze. Vediamo insieme le 5 verità emerse dal weekend a stelle e striscie.

Analisi GP USA le verita’

1) Hamilton

Le 5 verità potrebbero ridursi tranquillamente ad una: quale pilota avrebbe tentato il tutto per tutto per una vittoria, ben sapendo che gli sarebbe bastato un ottavo posto. Quale pilota avrebbe rischiato quasi un intera stagione a discapito del suo stesso compagno di box. La storia definisce la differenza tra ottimo, fenomeno e leggenda. A Lewis Hamilton manca davvero poco per entrare di diritto nella categoria più alta. Insaziabile di vittorie, scrive nuovamente il suo nome nella storia, molto vicino alla leggenda Schumi.

 

2) Il clima

La F1 è schiava di politica, aggiornamenti tecnici e condizioni psico-fisiche dei partecipanti. Nulla però è più determinante del clima: 10 gradi venerdi, 20 sabato, 25 domenica. Condizioni ambientali molto diverse tra loro che hanno definito chi ha più prontezza e adattamento.

3) Il nuovo che avanza

Ok, Hamilton è campione del mondo. Ma avete visto la gara di Albon? E tutto il weekend di Norris? All’appello manca soltanto Russell. Poi lo squadrone dei nuovi giovani guidati da Verstappen e Leclerc sarà pronto a disarcionare Re Lewis e gli altri contendenti vecchietti dalle prime file della F1. Forse qualcuno riusciranno a toglierlo, ma dubito che l’orgoglio di Hamilton possa permettergli di restare a guardare pur guidando una F1.

 

4) Ricciardo

Sta tornando, piano piano sta tornando. La Renault è in crescita e il gap dalla McLaren di è ridotto di molto negli ultimi mesi. Lui ha ripreso ad essere decisivo, migliorando molto il feeling con la vettura e con i setup. Nel 2021 ci saranno un certo Pat Fry alla direzione tecnica, ma prima c’è il 2020 da confermare la crescita. Ci vorrebbe qualche podio e lui lo sa.

 

5) Vettel

Va bene la frustrazione di una macchina sottosterzante, culminata con la rottura della sospensione. Ma perché se tutti lo hanno passato e lui non è riuscito a reagire, solo quando ha visto la sagoma rossa di Leclerc ha riprovato a farai valere totalmente? Che sia il preludio a qualcosa di molto brutto?

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: