Anche se la Ferrari non è più quella di una volta, sono lontani i tempi in cui i tifosi sognavano con Schumacher, è pur sempre la Ferrari ed è per lei che battono i cuori di molti, non solo italiani. In questi ultimi anni è, però, la Mercedes ad aver dominato le competizioni, con alla guida Lewis Hamilton, uno dei piloti più forti di sempre. Che però quest’anno è in difficoltà, come dimostra il piazzamento in classifica, dove il pilota britannico è al momento secondo alle spalle di Max Verstappen. Le quote f1 vedono la Mercedes favorita per il mondiale costruttori mentre il titolo piloti ha pronostici più incerti, ancora di più da quando è stato annunciato l’addio di Valtteri Bottas. Il finlandese è al momento terzo nella classifica generale ma riuscirà a mantenere la concentrazione alta? Dovrà fare attenzione perché la McLaren di Lando Norris non è lontana e se mentre il divario automobilistico l’anno scorso era forte ora non è più così: sono diversi i team che stanno facendo bene e persino la Ferrari, con la coppia Sainz-Leclerc rispettivamente al 5 e al 6 posto, potrebbe riservare qualche sorpresa.

Mercedes: arriva George Russell

Al posto di Valtteri Bottas, nel 2022 vedremo sul secondo sedile della Mercedes George Russell, uno dei più talentuosi piloti della nuova generazione emergente. Britannico, classe 1998, attualmente gareggia con la Williams, team di cui fa parte dal 2019. Perché la Mercedes ha fatto una simile scelta? Certo, Bottas non ha mai avuto cali di rendimento, come testimoniato dal rinnovo periodico del contratto, frutto dei risultati conseguiti in coppia con Hamilton.

La Mercedes ha deciso, semplicemente, che è tempo di voltare pagina e non ha precisato la durata del contratto di Russell, il cui arrivo è stato pensato dalla casa tedesca con uno sguardo al futuro. Hamilton inizia, ormai, a non essere più giovanissimo, ha 36 anni, e la Mercedes era da tempo che pensava a un giovane su cui investire. La scelta è stata fatta e il nome ufficializzato. George Russell ha dichiarato di aver tanto da imparare da un fuoriclasse come Hamilton. Riuscirà a rispettare le attese?

La nuova avventura di Bottas

E se fosse l’Alfa Romeo ad aver fatto un clamoroso colpo di mercato? Sì, perché è questo il team dove il prossimo anno andrà a sedersi Valtteri Bottas con un contratto pluriennale. Prende il posto nientemeno che di Kimi Raikkonen che ha dichiarato, a 41 anni, il ritiro dalla massima serie automobilistica.

Per l’Alfa Romeo si tratta di una scommessa importante, con un pilota capace di fare gioco di squadra e abituato a guidare ai massimi livelli. L’obiettivo, come dichiarato dalla stessa casa automobilistica, è quello di raggiungere la parte alta della griglia e fare un salto di qualità. Bottas ha affermato di essere emozionato per la nuova collaborazione e di essere pronto a dare il massimo per il raggiungimento di risultati, compresa, qualora ci fosse l’occasione, anche qualche vittoria.

Le premesse per il 2022 si fanno interessanti. Con nuovi arrivi tra le big e piloti che si sono una certezza per le squadre della parte bassa della classifica. Sarà capace la Ferrari di dire la sua?

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: