L’organo di governo del motorsport ha già annunciato che una serie di eventi al Sochi Autodrom russo non potranno svolgersi quest’anno. Tra questi vi è il Gran Premio di Formula 1 a settembre, il round della World Touring Car Cup ad agosto e l’Intercontinental Drifting Cup a giugno.

Le cancellazioni sono state annunciate dopo che la Russia ha inviato le sue truppe in Ucraina giovedì scorso, dando il via ad un conflitto catastrofico.

Oggi la Federation Automobile d’Ukraine ha scritto alla FIA esortandola a cancellare tutti i suoi eventi in Russia e impedire inoltre ai concorrenti russi e bielorussi di prendere parte agli sport motoristici al di fuori del Paese.

Un portavoce della FIA ha detto a RaceFans che la questione sarà esaminata martedì.

“Convocata una riunione straordinaria del World Motor Sport Council per discutere questioni relative alla crisi in corso in Ucraina. Ulteriori aggiornamenti verranno forniti dopo l’incontro”.

Il WMSC è presieduto dal presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem.

Il corpo di 28 membri include un rappresentante della Federazione automobilistica russa, Victor Kiryanov.

Anche altri sport stanno subendo pressioni per tagliare i loro legami con la Russia. Le squadre di calcio nazionali e di club del paese sono state bandite dagli eventi dalla FIFA e dalla UEFA. Inclusa la Coppa del Mondo 2022.

Il Comitato Olimpico Internazionale, che ha formalmente riconosciuto la FIA nel 2012, ha emesso oggi una raccomandazione secondo cui “le federazioni sportive internazionali e gli organizzatori di eventi sportivi non invitano o consentono la partecipazione di atleti e funzionari russi e bielorussi alle competizioni internazionali”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: