Abu Dhabi si conferma feudo delle frecce d’argento con il finlandese che tiene a bada il compagno di squadra. Le Ferrari precedono le Red Bull nella serata di Yas Marina.

Le Mercedes sono state le assolute padrone del venerdì del Gran Premio di Abu Dhabi. A Yas Marina, le frecce d’argento hanno infatti dominato la scena con Valtteri Bottas che ha primeggiato anche nella seconda sessione di prove libere dopo aver fatto segnare il miglior tempo anche in mattinata. Il finlandese ha montato le gomme Soft girando in 1’36”256, rifilando oltre tre decimi al compagno di squadra Lewis Hamilton. Un vero peccato che il vice-campione del mondo debba scattare dall’ultimo posto in griglia visto le prestazioni messe in mostra oggi. Valtteri si è anche toccato con la Haas di Romain Grosjean alla chicane dopo il secondo rettilineo lasciando dei detriti in pista che hanno condotto all’unica bandiera rossa della serata.

La differenza maggiore tra le W10 e la concorrenza è nel terzo settore. Le Ferrari hanno concluso al terzo posto con Charles Leclerc, seguito ad un soffio da Sebastian Vettel. Il monegasco ha staccato il miglior tempo nei primi due settori, pagando circa mezzo secondo in quello finale, cosa che avviene ormai da svariati anni. La rossa #16 ha girato in 1’36”642, chiudendo a soli 76 millesimi da Hamilton. Alle sue spalle Vettel che ha però simulato la qualifica leggermente più tardi rispetto agli altri dopo aver commesso un errore nel primo tentativo. La Mercedes è sembrata inarrivabile anche in condizioni di gara, ma la Ferrari si è ben comportata specialmente su gomma dura con Leclerc.

Ha leggermente deluso la Red Bull targata Honda. Max Verstappen è in quinta posizione in 1’36”807 ed è apparsa in difficoltà specialmente con le mescole rosse, dal momento che con le medie l’olandese aveva staccato la miglior prestazione prima del tentativo di qualifica. Sesto Alexander Albon che paga il classico mezzo secondo dal compagno di squadra. Si conferma molto veloce la Haas che è settima con Grosjean, mentre Kevin Magnussen non è andato oltre il quattordicesimo tempo. La top ten è stata completata dalla Racing Point di Sergio Perez e dalle Toro RossoHonda di Daniil Kvyat e Pierre Gasly, tornate tra i primi dopo una mattinata difficile.

La McLaren sembra invece poco a suo agio sul tracciato di Yas Marina. Carlos Sainz termina il proprio venerdì all’undicesimo posto davanti al compagno di squadra Lando Norris. Dietro le monoposto di Woking troviamo Lance Stroll. Notte fonda in casa Renault dove si registra la sedicesima piazza di Nico Hulkenberg davanti a Daniel Ricciardo. Disastroso anche il turno delle Alfa Romeo Racing: Kimi Raikkonen è diciassettesimo davanti ad Antonio Giovinazzi, autore anche di un testacoda all’uscita della Curva 19. In chiusura troviamo le Williams di George Russell e Robert Kubica. Alle 11 di domani ora italiana la terza sessione di libere.

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: