Il finlandese Valtteri Bottas con le gomme medie fa il vuoto precedendo Verstappen ed Hamilton che hanno usato la Soft. Vettel si prende due secondi a parità di gomma poi va a sbattere.

La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi si è conclusa nel segno della Mercedes e di Valtteri Bottas. Il finlandese ha piazzato un grandioso 1’36”957 con gomma media, risultando di un secondo e mezzo più rapido rispetto al miglior tempo del venerdì mattina della passata stagione. Nonostante la separazione dalla moglie Bottas sembra in gran forma e con la giusta voglia di chiudere bene la stagione nonostante la penalità in griglia per il cambio di power unit.

Al secondo posto si è issato Max Verstappen con la Red Bull targata Honda. Il vincitore del Brasile accusa un gap leggermente superiore al mezzo secondo rispetto al battistrada, nonostante abbia ottenuto il suo 1’37”492 montando la mescola Soft. Terzo il campione del mondo Lewis Hamilton, che è sceso in pista con il #1 sulla sua monoposto per celebrare l’alloro iridato. Il britannico è partito in sordina rispetto al compagno di squadra e per il momento è staccato di 634 millesimi in 1’37”591, nonostante avesse utilizzato le gomme rosse nel suo tentativo. Lewis ha anche dovuto affrontare un problema ad un sensore che lo ha costretto a qualche minuto dentro il garage per le riparazioni. Quarto Alexander Albon che si è visto rifilare circa sei decimi da super Max.

Troppo brutta per essere vera la Ferrari. Il Cavallino sta terminando in sordina questa difficile stagione, ma il gap da Bottas appare eccessivo. Sebastian Vettel ha chiuso con il quinto tempo in 1’38”906 girando anch’egli su mescola gialla, palesando enormi difficoltà nel terzo settore. Il tedesco ha concluso la sessione anzitempo dopo l’ennesimo errore, essendo andato a sbattere all’uscita della curva 19. Settima posizione per Charles Leclerc, alle spalle di un grande Romain Grosjean che ha portato la Haas in sesta piazza. Ottava la vettura gemella di Kevin Magnussen, davanti all’Alfa Romeo Racing del nostro Antonio Giovinazzi che è sempre più in simbiosi con la sua monoposto. Chiude la top ten Nico Hulkenberg con la Renault.

Inizia male anche la McLaren, con Lando Norris che è undicesimo mentre il compagno di squadra Carlos Sainz è soltanto diciassettesimo. Impressionante il gap che Valtteri Bottas ha rifilato alla concorrenza, con il britannico del team di Woking che è staccato di due secondi e mezzo. Dodicesima la Racing Point di Lance Stroll, davanti a Kimi Raikkonen ed al compagno di squadra Sergio Perez. Dopo un periodo di grande competitività tornano a faticare le Toro RossoHonda, con Daniil Kvyat quindicesimo subito davanti a Pierre Gasly. Una volta tanto le Williams non sono entrambe in ultima fila visto che Robert Kubica ha staccato il diciottesimo tempo davanti a Daniel Ricciardo e George Russell. La spiegazione sta nel fatto che l’australiano ha chiuso il proprio turno con grande anticipo a causa del cedimento della propria power unit, il quale ha costretto i commissari ad introdurre la bandiera rossa. Alle 14 ora italiana la seconda sessione di libere.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: