Il direttore tecnico Honda Toyoharu Tanabe ha dichiarato che ad Austin le Ferrari non hanno goduto del vantaggio della velocità di punta, ma ciò non significa che sia stato dovuto dalla direttiva FIA sul flusso di carburante.

Charles Leclerc, a causa del problema avuto nelle PL3, ha corso il Gran Premio con una vecchia specifica e inoltre Mattia Binotto ha confermato come l’assetto delle Ferrari fosse con più carico aerodinamico delle altre monoposto, abbassando quindi le velocità di punta.

Qualsiasi sia il motivo, Tanabe, intervistato da Motorsport.com, ha dichiarato:

“Non possiamo separare il drag che genera il telaio dalla performance del motore, quando guardiamo alla velocità pura, il gap con la Ferrari non è mai stato così vicino. Non sappiamo se questo derivi dal motore o dal telaio, il loro passo gara non è stato buono e ciò significa che il loro pacchetto era differente oppure non ha funzionato su questa pista.”

Alla domanda se la riduzione della velocità Ferrari sia stata dovuta dalla direttiva FIA sul flusso di carburante, Tanabe ha risposto:

“Abbiamo bisogno di vedere i dati in Brasile e ad Abu Dhabi, solo allora potremo scoprire qualcosa, è stata solo una gara.”

L’ingegnere nipponico ha parlato anche del gap che separa le Power Unit dei tre top team:

“Il gap tra i top team è diminuito prima della pausa estiva, mentre dopo l’estate la Ferrari è migliorata molto. Ora si sta di nuovo accorciando, in Brasile e ad Abu Dhabi vedremo la performance del nostro pacchetto e la nostra competitività nei confronti di Mercedes e Ferrari.”

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: