Austin: diamo un voto ai protagonisti del Gran Premio.

Valtteri Bottas: voto 10 e lode

Weekend da assoluto dominatore per il finlandese, che non lascia spazio a nessuno per la posizione di testa. Pole e vittoria per un pilota che probabilmente è il gregario più prima guida che esiste. Grandioso.

Lewis Hamilton: voto 9

Si prende una bella mazzata in qualifica, così deve inventare in gara. Tenta una strategia a sosta singola ma il ritmo è troppo lento e si fa riprende da Bottas ancor prima delle battute finali, sebbene a gomme quasi finite giri con tempi di assoluto rilievo. È campione del mondo per la sesta volta. Diamo un voto alla sua stagione: 10 e lode.

Alexander Albon: voto 9

Il voto che gli manca è per una qualifica molto distante dal suo compagno. Per il resto una gara favolosa, rimontando dall’ultimo fino al quinto posto. Forse in Red Bull non sanno di volerlo confermare o di riprendere Gasly. Lui sta facendo vedere chi è e che questa conferma se la merita.

Max Verstappen: voto 8

Ci si aspettava di più, almeno che impensierisse le Mercedes. Invece è sempre rimasto lontano da Bottas e quando si è trattato di attaccare Hamilton, non è andato full power come la sua Red Bull. Forse le dichiarazioni dei piloti e le polemiche sul suo comportamento hanno influito più di lui che non su altri.

Ricciardo

Daniel Ricciardo: voto 8

Un weekend intero con grande feeling per l’australiano, che dopo una bella qualifica si porta a casa un sesto posto di assoluto rilievo. Certo il distacco dai 3 top team è assurdo, alla Renault devono lavorare sodo se vogliono tornare a vincere.

Charles Leclerc: voto 6

Una gara da compitino stavolta, senza nessun brillamento. Non gira per un intera sessione di libere, non ha dati sulla monoposto, non ha settaggi. Eppure si mette a soli 108 millesimi dal poleman. In gara però quelle prove mancate si sentono ed è solo uno spettatore del trionfo Mercedes.

Carlos Sainz & Lando Norris: voto 7

Si prendono lo stesso voto per aver avuto un weekend praticamente identico. Magari Sainz ha qualcosa in più di velocità, ma Norris alla sua prima stagione non ancora ventenne ata mostrando a tutti che la Mercedes ha fatto proprio bene a metterlo sotto contratto. Entrambi guardano al futuro con grande ambizione.

Raikkonen

Kimi Raikkonen: voto 6

Una sufficienza dovuta più al suo feeling con la pista che non con la monoposto, inspiegabilmente ancora molto lenta. Lui però ha polsi e piedi per mostrare come si guida, anche con un mezzo cosi cosi.

Team Ferrari: voto 6

La sufficienza è per come hanno sistemato la vettura di Leclerc per le qualifiche. Per il resto, mancanza di st, una rottura immotivata e un po’ troppa fatica a reagire. Serve di più per il mondiale, anche se i weekend storti ci stanno.

Helmut Marko: voto 2

Non sarebbe il caso di smetterla di fare polemica, visto che le prestazioni del motore Honda sono anomale tanto quanto il Ferrari?

Formula 1 Ferrari GP USA

Sebastian Vettel: sv

Non giudicabile. Una qualifica eccellente a soli 12 millesimi dalla pole, poi il disastro. In mezzo una scena impietosa: quando ha cercato in malo modo di riprendere la posizione su Leclerc, rischiando di far fuori entrambe le vetture. Che cosa hai pensato?

Antonio Giovinazzi: voto 5

Non è cosi che si guadagnerà la riconferma. Questo tracciato è difficile ma è proprio nelle difficoltà che si vede chi va avanti. Deve crescere e molto, anche se la vettura non lo aiuta.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: