Dopo un anno sabbatico la Formula E tornerà a correre sul tracciato cittadino di Monaco il prossimo sabato. Le nuove monoposto Gen2 sfrecceranno per la prima volta tra le anguste stradine del Principato e noi di NewsF1 ci saremo per raccontarvi il weekend più glamour dell’anno.

La terza edizione dell’ePrix di Monaco riaccenderà la sfida tra 7 piloti racchiusi in 20 punti. Da Robin Frijns, leader con 81 punti, sino a Mitch Evans, a quota 61, sono tutti in lizza per la corona iridata. C’è curiosità e trepidazione, inoltre, per scoprire se a Monaco arriverà il nono vincitore diverso in altrettanti ePrix. Nelle due precedenti edizioni dell’ePrix di Monaco vi è stato un solo dominatore, all’anagrafe Sébastien Olivier Buemi. In questa stagione il pilota svizzero della Nissan e.dams non è ancora riuscito a salire sul podio, ma venderà cara la pelle nel suo giardino di casa.

L’ePrix di Monaco partirà, invece, in salita per D’Ambrosio, Mortara e Rowland che dovranno scontare la penalità di tre posizioni sulla griglia di partenza, a causa degli incidenti procurati nellappuntamento parigino. Il layout cittadino non si presta a particolari rimonte, ma le corse di Formula E sono le più imprevedibili dell’intero panorama del motorsport.

Il tracciato è una versione più corta del circuito di Monaco su cui corrono le monoposto di F1. La lunghezza è di 1,76 km e non include la sezione del tunnel e del Casinò. Con 250 kW di potenza, le auto Gen2 passeranno ad una velocità massima di 280 km/h fra gli stretti rettilinei della pista, percorrendo allo spegnimento dei semafori una deviazione, il rettifilo dedicato a J.F. Kennedy, della via che conduce alla virage de Massenet.

Per quanto concerne l’Attack zone, non sarà posta in pit lane come preventivato inizialmente, ma sarà sul lungo rettilineo fra curva 4 e 5, nei pressi del porto.

La zona dell’Attack Mode sarà collocata tra le curve 4 e 5, sul lato del porto prima del Tabaccaio – ha annunciato il direttore sportivo della serie elettrica Frederic Espinos a e-racing365Abbiamo scelto un punto dove non è semplice sorpassare per evitare di svantaggiare troppo chi decide di usufruire dei 25kW di potenza extra”.

Le probabilità di incidenti all’uscita della pit lane e la pericolosità per gli addetti ai lavori del passaggio delle monoposto in corsia box hanno fatto sì che si scegliesse alla fine per la zona antecedente il Tabaccaio.

Abbiamo seriamente pensato anche alla pit lane, sarebbe stato molto interessante dal punto di vista della strategia – ha spiegato Espinos – Ma i problemi legati alla sicurezza del personale impegnato ci hanno impedito di fare questa scelta. Sarebbe stato piuttosto complesso realizzare una cosa del genere, soprattutto dopo aver valutato i pro e i contro”.

ePrix di Monaco, orari TV e video streaming

Sabato 11 maggio, il via del nono appuntamento della stagione 2018/19.

Prove libere 1: 07:30 – 08:15, streaming sul canale Facebook e YouTube Formula E

Prove libere 2: 10:00 – 10:30, streaming sul canale Facebook e YouTube Formula E

Qualifiche e Superpole: 12:00 – 13:00, in esclusiva su Eurosport

Gara: 16:00, in diretta su Eurosport e su Italia 1