DriveGuard DriveGuard Il timore di incappare in forature magari quando si è in ritardo o ci si trova in zone desolate o peggio poco illuminate alla sera è sempre dietro l’angolo. Per questo Bridgestone, primo produttore al mondo di gomme ha provato a cercare delle soluzioni.

Ed ecco emergere dal cilindro nipponico la tecnologia DriveGuard, creata ad hoc per i veicoli dotati di sistema TPMS (disponibile in 9 dimensioni per la versione estiva e in 10 per quella invernale, della serie da 45 a 65, per cerchi da 15″ a 17″) premiata lo scorso maggio con il Premio per l’Innovazione alla Fiera degli Pneumatici di Essen e come Prodotto dell’Anno dal settimanale britannico Auto Express.

QUAL E’ LA NOVITA’

Lo pneumatico che utilizza questo accorgimento possiede fianchi rinforzati che permettono all’automobilista di percorrere almeno 80 km (ad una velocità massima di 80 km/h) in sicurezza dopo il danneggiamento; in secondo luogo sui profili presenta delle alette utili per raffreddare la copertura altrimenti surriscaldata a causa del contatto anomalo con il terreno.

I BENEFICI

Non occorre più fermarsi immediatamente e “sporcarsi” le mani per cambiare ruota riducendo altresì i tempi di attesa del soccorso stradale.

Il comfort è il medesimo rispetto alle gomme convenzionali.

Il grip su fondo bagnato (ha ottenuto la A nella classificazione europea) è elevato e anche le prestazioni su neve e ghiaccio rimangono di buon livello (come dimostrato dai test a Vidsel, in Svezia).

 

 

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: