Tornato di recente in auge in F1 grazie all’apparente contributo nelle trattative ACI- Ecclestone per la riconferma di Monza a sede del GP d’Italia, Flavio Briatore, boss maximo della Benetton poi Renault tra gli anni ’90 e 2000, si è espresso in questi giorni sul tema acquisizione del Circus da parte della Liberty Media. Un passaggio di consegne dalle mani della CVC a suo parere “strano”.

“Gli americani per ora hanno pagato 700 milioni di dollari ma della categoria come prodotto non ne ha parlato nessuno” – la voce del dirigente estromesso nel 2008 dopo lo scandalo di Singapore che vide Nelsinho Piquet protagonista riportata da F1i.com.

“Anche se tra i team ci sarà un confronto e tutto verrà rinnovato, ormai si tratta di uno sport poco attraente e dalle regole incomprensibili” – l’affondo ad indirizzo della prestigiosa categoria a ruote scoperte – Senza dimenticare che solo una squadra è in grado di vincere e appena tre sono competitive, motivo per cui non ha sorpreso vedere un Vettel partire ultimo a Singapore e arrivare agilmente quinto”.

“Perciò, a  mio avviso i ,nuovi proprietari, per tentare di risollevare le sorti della serie, dovranno mettere subito mano al portafoglio e in secondo luogo tenersi stretti Bernie” – il consiglio del 66enne di Verzuolo.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: