A Tavullia la scorsa settimana, tra i cinque piloti ammessi alla settima edizione del Yamaha Master Camp VR46, era presente anche una donna, Beatriz Neila, la prima ragazza a partecipare al programma dedicato ai giovani talenti promosso dalla Yamaha e dalla VR46 Academy di Valentino Rossi.

Beatriz ha 17 anni, è nata a Madrid e corre nel Mondiale Supersport 300 con la Yamaha del team MS Racing, una sella che  si è guadagnata attraverso gli ottimi risultati nel Blu Yamaha project. L’esodio di Neila nelle competizioni a 8 anni e nel 2017 era stata selezionata per la Rookie Cup. La giovane non ha però mollato e lo scorso anno si è rilanciata nel CEV Supersport 300 dove è salita più volte sul podio conquistando il quarto posto assoluto nel campionato e il secondo nel Blu Cru Challenge a quattro punti dal vincitore. In questa stagione l’impegno a tempo pieno nel campionato Superbike che la portano sulle orme della connazionale e campionessa in carica Ana Carrasco.

“Ho potuto allenarmi e girare con lui al Ranch, è sembrato un sogno. Voglio ringraziare anche Franco, Andrea e Niccolò per il loro aiuto, in questi giorni mi sono davvero divertita, è stata una grandissima opportunità per me”.

Un programma fitto per loro in questi giorni pre gran premio di Italia. Tra simulatore con i consigli dell’ex campione Moto2 e pilota MotoGP, Franco Morbidelli, un primo assaggio del MotoRanch di Tavullia sotto la guida del campione di flack track Marco Belli e poi gli allievi del Master Camp hanno raggiunto l’Autodromo di Modena.  Ogni passaggio di questa esperienza li ha arricchiti lasciando unbuon ricordo e un ricco bagaglio.

Anna Mangione

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: