Dopo Jenson Button in azione con l’Halo sul velocissimo tracciato di Monza,  la McLaren consegnerà l’onere/onore di verificare il sistema di protezione del cockpit ad Alonso sotto le stelle di Singapore.

“Trattandosi di un circuito che presenta diverse variabili come l’illuminazione artificiale, curve strette e guard rail sarà una prova particolarmente utile” – ha dichiarato il direttore tecnico Tim Goss a motorsport.com – “Il parere di Fernando verrà poi riferito al gruppo di lavoro che intanto sta proseguendo con la ricerca di device alternativi”.

“Strutturalmente non comporta un grosso compromesso a livello di inserimento nella monoposto” – ha aggiunto il responsabile  –  “Tuttavia alterando l’aerodinamica,  la performance delle prese d’aria del motore e i movimenti del casco necessita di perfezionamento, ed è per  questo si è deciso di introdurlo solo nel 2018”.

Oltre alla scuderia di Woking l’Halo è stato saggiato da Ferrari, che l’ha inventato, Red Bull e Mercedes.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: