WIM e Dare to be different unite in Formula E

Wim Woman in Motorsport e l’associazione di Susie Wolff Dare to be difference uniscono le forze per un progetto di crescita in Formula E

Oltre 200 ragazze di Città del Messico  avevano preso parte al primo evento  congiunto FIA Girls on Track – Dare to be Different a metà febbraio durante la quarta tappa del campionato ABB FIA Formula E 2018/19. La nuova partnership tra la Commissione FIA ​​Women in Motorsport e Dare to be Different crea una piattaforma più forte e ampia per incoraggiare la partecipazione femminile in tutti gli ambiti dello sport, aperta a ragazze di età compresa tra gli otto ei 18 anni. Siamo curiosi di vedere come questa unione si svilupperà alla vigilia della tappa di Hong Kong.

L’evento è stato presentato ufficialmente lo scorso venerdì sera della scorsa tappa, con rappresentanti della FIA, Dare to be Different, l’Autorità nazionale dello sport (ASN) locale OMDAI e la Formula E tutti presenti per presentare il programma. Anche il presidente della Commissione Fia Karting e il pilota della Formula E Felipe Massa e Beitske Visser, che ha provato  la vettura di Fomula E di BMW  Andretti Motorsport in Ad Diriyah all’inizio della stagione, erano lì per dare una dimostrazione  nello Slalom Karting e parlare delle emozionanti sfide in pista.

Il programma si è svolto nello spazio per eventi nell’E-Village dell’Autodromo Hermanos Rodriguez, dove le ragazze hanno partecipato a una vasta gamma di attività in due giorni, tra cui uno slalom di kart, una sfida al pit-stop, esercitazioni sui media, Attività STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica), nonché seminari sulla sicurezza stradale e sull’ambiente.

Oltre alle attività nello spazio dell’evento, 22 ragazze hanno vissuto  un’esperienza irripetibile con il supporto del promotore del campionato e dell’OMDAI, in quanto sono state sotto i riflettori come “ragazzi della griglia” e  hanno assistito alla spettacolare cerimonia sul podio di fronte a migliaia di fan accaniti.

The Girls on Track è stata lanciata nel 2018 con il finanziamento e il sostegno della Commissione europea e ha implementato un modello di competizione per la promozione e lo sviluppo di donne di 13-18 anni nello sport motoristico a livello di base in tutta Europa. Ora insieme a Dare to be Different, creato nel 2016 dall’ambasciatrice della FIA Women in Motorsport Susie Wolff e che ha esteso i suoi programmi nel Regno Unito, Germania e Australia, questa joint venture ispiratrice raggiungerà un pubblico globale con l’obiettivo finale di ispirare e aprendo la porta a più donne in tutte le aree del mondo dello sport motoristico.

La Formula E offre un palcoscenico globale per mostrare che il concetto e l’obiettivo a lungo termine del progetto è quello di impostare un modello che possa essere utilizzato dagli ASN a livello nazionale per aumentare notevolmente la portata di FIA Girls on Track – Dare di essere Diverso.

Graham Stoker, ha dichiarato: “Il nostro sport è quasi unico in quanto uomini e donne possono competere insieme a parità di condizioni. Abbiamo lavorato molto negli ultimi anni con la Commissione FIA ​​Women in Motorsport, ma dato che ora il nostro sport ha solo una partecipazione femminile di circa il 5%, l’obiettivo deve essere arrivare al 50%. Questo non è solo il nostro obiettivo, ma poiché la FIA è membro a pieno titolo del Comitato Olimpico Internazionale, significa che ora ci siamo  attivati per annullare la diversità di genere all’interno del nostro sport.

“Sappiamo di poterlo fare, ma ciò di cui avevamo bisogno era un meccanismo di consegna comprovato per raggiungere quell’obiettivo, che è il luogo in cui questo programma entra in gioco. Abbiamo lavorato in Europa con il progetto The Girls on Track, riconosciuto e parzialmente finanziato dall’Unione Europea, e Susie ha anche lanciato negli ultimi quattro anni lo straordinario progetto Dare to be Different. Sono felice che possiamo unirci insieme, è un adattamento favoloso, e penso che ora stiamo andando a rompere gli schemi, e portare una quantità significativa di giovani donne nel nostro sport “.

Susie Wolff, fondatore di Dare to be Different e team principal del team Venturi ha dichiarato: “Siamo qui per aiutare queste ragazze a rendersi conto che le corse non sono solo per ragazzi, non solo in pista ma in tutte le aree di questo sport. Vorrei dire un grande ringraziamento a tutti i miei concorrenti del paddock che sono venuti per mostrare il supporto per il nostro evento, penso che sia qualcosa su cui siamo tutti d’accordo è importante su questa piattaforma a lungo termine per impegnarsi in questa causa .

Vorrei anche ringraziare Graham Stoker e tutto il team della FIA per il loro enorme supporto nel farla decollare e far accadere questo evento qui in Messico, e infine ad Alberto – La Formula E è visionaria in tanti modi, e quando siamo venuti da te con questa idea, ci sei saltato sopra e questo dimostra davvero che siamo tutti uniti per rendere questo sport più vario “.

Felipe Massa, Presidente della Commissione Fia Karting e pilota di Formula E, ha dichiarato: “È un grande piacere essere qui in questo momento molto importante. Conosco da tempo Susie e sostengo a pieno il suo progetto,  penso che “ Girls on Track” sia un’iniziativa incredibile. Tutti noi dobbiamo dare il nostro supporto, è davvero una parte fondamentale del motorsport sostenere alla competizione di  uomini e donne insieme. Non solo dal punto di vista della guida, ma anche dal lato  dei meccanici e degli ingegneri, in così tante aree diverse in così tante categorie.

Possiamo vedere che l’interesse cresce di anno in anno, e con più  sostegno da parte di tutti noi, spero davvero che possiamo vedere sempre più ragazze coinvolte. Come Presidente della Commissione Karting della FIA, sono contento di vedere sempre più ragazze iniziare questa carrierea: il karting è la scuola per tutti i piloti, ed è importante continuare a sostenere questa iniziativa “.

Il co-fondatore e Chief Championship Officer di Formula E, Alberto Longo, ha dichiarato: “Sono lieto che la Formula E stia ospitando questo primo evento congiunto tra FIA Girls on Track e Dare to be different – i due programmi insieme spero possano raggiungere e ispirare  più ragazze ad essere coinvolte nello sport automobilistico. Abbiamo un sacco di modelli in Formula E, da team principal come Susie, a team manager, ingegneri e, naturalmente, un sacco di potenziali giovani pilotesse. Vogliamo che la Formula E sia la piattaforma di punta per questo programma, che si spera possa essere replicato da tutti gli ASN per raggiungere sempre più ragazze in tutto il mondo “.

Già a partire da questo nuovo appuntamento, non ci resta che seguire gli sviluppi di questa grande iniziativa che si sta ingrandendo e sta cercando di raggiungere grandi obiettivi , l’unione fa la forza e la commissione Wim e i progetti di Susie Wolff stanno trovando la strada giusta.

Lascia un commento