Steiner si difende: ”Non abbiamo copiato la Ferrari 2017”

Il team principal della Haas rivela che il passo della VF-18 è identico alla SF71-H

Archiviato il Gran Premio d’Australia il circus della Formula 1 è già in viaggio verso il Bahrain, dove tra otto giorni inizierà il secondo week-end del mondiale 2018 con le prime due sessioni prove libere. Nonostante ciò, alcuni team recriminano per l’evidente salto di qualità compiuto nell’inverno dal team Haas. Le polemiche sono state alzate da Mclaren e Force India, accusando la squadra a stelle e strisce di aver copiato la Ferrari SF70-H, ovvero la monoposto 2017 del Cavallino.

A gran voce contro il team Haas si è scagliato Otmar Szafnauer, Chief Operating Officer della Force India, che sottoporrà la questione al prossimo incontro dello Strategy Group. Szafnauer ha definito come una specie di magia, in maniera ironica, il fatto che il team statunitense abbia costruito una monoposto così competitiva in appena due anni di esperienza in F1.

Non si è fatta attendere la risposta del team principal della Haas, l’altoatesino Gunther Steiner: “Si dice che la VF-18 sia identica alla Ferrari dell’anno scorso, ma si capisce quanto la cosa sia priva di senso  analizzando un dato: abbiamo lo stesso passo vettura della Ferrari ma del 2018. Questo succede perchè abbiamo le loro stesse sospensioni come da regolamento, quindi per quale motivo dovrebbe essere diversa? Se questo suscita incomprensioni devono parlarne con la FIA, presentando un reclamo dal quale noi saremo in grado di difenderci”.

Di seguito il confronto dei passi tra la Ferrari SF71-H e la Haas VF-18.

 

Steiner ha poi lanciato anche una frecciatina: “Se qualcuno con il doppio del nostro budget si ritrova dietro è ovvio che tenti di attaccarti in qualche modo, ma noi siamo tranquilli. Mi piacerebbe che fossero fatte delle osservazioni mirate, non solo illazioni prive di informazioni fondate”. Dunque l’altoatesino è apparso molto sicuro del fatto che il suo team sia pienamente in regola. Mclaren e Force India non sono ancora andate a chiedere chiarimenti in FIA, ma può ovviamente accadere di tutto in un mondo complicato come quello della Formula 1.

Sarà molto interessante seguire gli sviluppi di questa vicenda, ma la cosa certa è che la Haas ha messo in pista una vettura molto veloce ed affidabile, con prestazioni che l’hanno resa nettamente la quarta forza in pista in questo inizio di stagione. Purtroppo a Melbourne è avvenuto il disastro in pit lane che ha costretto al ritiro Grosjean e Magnussen, ma ciò non toglie che la Haas potrà fare molto bene in questo 2018. Ora vedremo se anche in Bahrain la VF-18 andrà fortissimo alimentando ulteriormente delle polemiche già roventi.