Ricciardo: ”In Ferrari qualcuno non ha voluto il mio arrivo”

In un’intervista concessa ad AutoMoto.it Daniel ha parlato della sua stagione e dei contatti avuti con Maranello

Ad Abu Dhabi si è chiusa la lunga storia d’amore tra Daniel Ricciardo e la Red Bull Racing, un rapporto che ha regalato all’australiano le prime sette vittorie e tre pole position della sua carriera. A Milton Keynes i rapporti erano da tempo tesi tra l’australiano ed Helmut Marko, cosa che ha portato ad una separazione con un anno di anticipo rispetto al previsto. Ricciardo ha parlato della sua stagione in un’intervista con Paolo Ciccarone di AutoMoto.it, in cui ha rivelato un importante aneddoto relativo al suo passaggio in Ferrari poi sfumato a metà 2018.

Riguardo all’annata appena conclusa, Daniel l’ha voluta dividere in due metà. Eccezionale l’inizio fino a Monte-Carlo e poi il crollo dal Canada in poi in preda a problemi di affidabilità sempre più frequenti: ”La mia stagione è stata terribile da un lato ed ottima dall’altro. Ho iniziato benissimo con due vittorie indimenticabili, ma l’infinità di guasti tecnici che mi ha bersagliato mi ha davvero deluso. La seconda parte è stata una vera e propria umiliazione e così ho deciso di cambiare aria firmando con la Renault. Non potevo più continuare in quella situazione”.

”I miei anni in Red Bull sono stati comunque positivi. Le prime pole, le prime vittorie ed abbiamo passato momenti bellissimi. Sono molto legato alla squadra, mi mancheranno moltissimo”. Successivamente Ricciardo ha parlato della drammatica ( sportivamente parlando) seconda parte di stagione e del rapporto con Verstappen e la squadra: ”Con Max ho un bel rapporto, è velocissimo e ti costringe a dare sempre il massimo. Successivamente qualcosa si è spezzato ed ho capito che non avevo più spazio lì dentro. Christian Horner mi ha capito ed ha tristemente accettato la mia decisione”.

Dopo il trionfo di Monte-Carlo per Ricciardo sembrava quasi sicuro un passaggio alla Ferrari, ma evidentemente qualcosa ha rovinato i piani dell’australiano: ”Chi dice che chiedevo troppi soldi dice bugie. Qualcuno ha detto di no al mio arrivo e mi piacerebbe sapere chi, ma ho in mente chi potrebbe essere. So anche che avevano preso accordi con Leclerc e gli auguro di fare bene. Io voglio continuare a correre in Formula 1 e magari in futuro avrò il mio riscatto”.

Lascia un commento