Rally Italia Talent 2019: tutti in pista in Abruzzo

– Nel weekend dell’8, 9 e 10 febbraio, il Circuito Internazionale d’Abruzzo di Ortona (CH) ospiterà la quinta selezione di Rally Italia Talent 2019;

– Gli aspiranti partecipanti al Grande Fratello dei motori dovranno dar prova delle loro abilità, alternandosi su alcuni esemplari di SWIFT SPORT, Auto Ufficiale dell’edizione 2019.

Da pochi giorni si è chiusa al Circuito Valle del Liri la quarta selezione regionale dell’Aci Rally Italia Talent 2019 e per la carovana del Grande Fratello dei motori già fervono i preparativi per il quinto appuntamento dell’anno. La nuova selezione si terrà nel prossimo weekend dell’8, 9 e 10 febbraio presso il Circuito Internazionale d’Abruzzo di Ortona (CH) e gli organizzatori contano di registrare ancora una volta un grande afflusso di appassionati in pista. Questa sesta edizione dell’Aci Rally Italia Talent, che vede Suzuki SWIFT Sportnel ruolo di Auto Ufficiale, sta già riscuotendo un successo superiore a quello delle stagioni precedenti.

#rallypertutti

Tutte le tappe sin qui svolte hanno visto darsi battaglia molti aspiranti piloti e navigatori in ciascuna delle categorie previste (Under 18, Under 23, Under 35, Over 35, Femminile, Licenziati Aci Sport e Non Licenziati). Tutti si sono dimostrati entusiasti e desiderosi di guadagnarsi la possibilità di correre gratuitamente un rally valido per un Campionato o un Trofeo titolato ACI Sport. Con Rally Italia Talent chiunque può mettersi alla prova per aggiudicarsi un sedile nella squadra ufficiale del programma, come sintetizza bene l’hashtag della manifestazione, #rallypertutti. Per farsi avanti non occorrono né patente né alcun tipo di licenza: l’unico requisito richiesto ai candidati dal Regolamento è di aver compiuto 16 anni (per i minorenni occorre una liberatoria firmata dai genitori).

Valori condivisi

Proprio questa formula ha convinto Suzuki a supportare Rally Italia Talent e a farne diventare SWIFT Sport l’Auto Ufficiale. In questo format Suzuki vede l’espressione di un’autentica passione per i motori e di una serie di valori in cui crede profondamente, quali la voglia di mettersi in gioco, la competitività e il rispetto delle regole e degli avversari.

Nella stessa ottica Suzuki s’impegna anche su altri fronti nel panorama rallistico nazionale. Da diversi anni la Casa di Hamamatsu organizza infatti due trofei monomarca, la Suzuki Rally Cup e il Suzuki Rally Trophy. Entrambi i trofei danno ai piloti e ai team privati la possibilità di sfidarsi ad armi pari e di divertirsi a un costo limitato nelle emozionanti gare del Campionato WRC e dell’Italiano Rally.

L’auto giusta

Anche lo staff di Rally Italia Talent è molto soddisfatto dell’accordo con Suzuki. Le sessioni sin qui svolte hanno confermato come Suzuki SWIFT Sport sia l’auto ideale per selezionare i candidati. Grazie a un peso di soli 975 kg e a una potenza di 140 cv, la hot hatch di Hamamatsu offre una combinazione unica di prestazioni e guidabilità. La perfetta messa a punto del suo assetto permette di tracciare le traiettorie con precisione chirurgica, mentre lo sterzo rapido e sensibile è lo strumento ideale per eseguire ogni genere di manovra, tra i cordoli così come sulle strade di ogni giorno. Con le sue caratteristiche SWIFT Sport consente dunque agli esaminatori di individuare facilmente i soggetti più brillanti e ai candidati di esprimere al meglio le loro potenzialità.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo.

Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’8° posto nella classifica mondiale delle vendite (fonte JATO), con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car.

L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili.

Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di Suzuki Loom Manufacturing Co.

Nel 1954 l’Azienda diviene Suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce Suzulight la prima automobile a marchio Suzuki, seguita nel 1970 da Jimny serie LJ10, il primo 4×4 compatto.

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, anche nei settori dei motocicli e dei motori marini fuoribordo puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.

Redazione (Newsf1.it) Salvatore Asero Editore 

Lascia un commento