RALLY CITTÀ DI AREZZO | Francesco Fanari su Skoda Fabia Rs sul podio

IL PORTACOLORI #francescofanari (SKODA FABIA R5), IN COPPIA CON SILVIO STEFANELLI, SALE SUL PODIO DELLA GARA TOSCANA E CENTRA IL PRIMATO TRA GLI ISCRITTI DEL CHALLENGE RACEDAY, PROIETTANDOSI AI VERTICI DELLA SERIE A UNA PROVA DAL TERMINE

PER L’ALTRO ALFIERE EMANUELE “LELE” SILVESTRI (MITSUBISHI LANCER EVO IX), AFFIANCATO DA MIRKO LIBURDI, PIAZZA D’ONORE ALLA PRIMA EDIZIONE DEL #rally DI FORMIA

Doppio colpo messo a segno da Francesco Fanari, reduce da un tanto ostico quanto redditizio 13° #rallycittadiarezzo – Crete senesi e Valtiberina, andato in scena lo scorso fine settimana. Il portacolori della scuderia Project Team, su Skoda Fabia R5 della Step-Five Motorsport gommata Pirelli e sempre in coppia con Silvio Stefanelli, difatti, ha conquistato il terzo posto assoluto e, dato ancor più considerevole, la leadership provvisoria nella classifica generale del Challenge Raceday Terra 2018/2019, di cui la gara toscana ne era quarto nonché penultimo appuntamento stagionale.

Epilogo più che positivo e pienone di punti, dunque, per il talentuoso pilota umbro, proiettatosi ai vertici della serie (seppur in coabitazione con Smiderle in virtù degli scarti), per quanto abbia faticato un po’ in avvio, prima di trovare la quadra in una a dir poco impegnativa due giorni aretino-senese incorniciata, in un prosieguo in crescendo, anche da tre scratch inferti in altrettante prove speciali.

L'immagine può contenere: auto e spazio all'aperto

«Alla fine è andata bene- ha sottolineato un soddisfatto Fanari -Va detto, trasferta dai due volti: il sabato mi sono parecchio attardato per una scelta azzardata di gomme, andate in crisi già dopo soli sei chilometri. Di ben altro tenore, invece, la seconda tappa domenicale alla luce delle modifiche apportate all’assetto optando, altresì, per una differente mescola di pneumatici. Soluzioni che si sono rivelate più che azzeccate, tanto da permettermi di rimontare, spuntare buoni tempi e guadagnare il podio. Ora ci attende un’ultima fatica alla Coppa Liburna, determinante in ottica campionato».

Seppur ad altre latitudini, è andata altrettanto bene all’altro alfiere Emanuele “Lele” Silvestri. L’esperto driver romano, su Mitsubishi Lancer Evo IX e coadiuvato per l’occasione da Mirko Liburdi, infatti, è salito sul secondo gradino del podio, oltreché conseguendo il successo in Gruppo N, una volta archiviata la prima edizione del Rally Città di Formia, round d’apertura della Piston Cup. Da registrare, altresì, la seconda piazza in classe A7 per Bartolomeo Solitro(Peugeot 206 Rc) e Alberto Porzio.

«Volevo rifarmi un po’ delle delusioni rimediate al ‘Val d’Orcia’ staccando, momentaneamente, dai fondi sterrati del Raceday per tornare a gareggiare sull’asfalto, dopo un’assenza di cinque anni circa- ha commentato Silvestri -Puntavo, anche, riuscendoci, ad un weekend agonistico all’insegna del puro divertimento. Detto questo, dispiace solo l’aver accusato persistenti problemi alla turbina che, sin dalle battute iniziali, non mi hanno permesso di sfruttare al massimo le potenzialità della vettura, ma tant’è».

Grande attesa, infine, rivolta alla Coppa Liburna, ultimo atto del “Challenge” in programma i primi di aprile, sulle “strade bianche” del Pisano. Certa la presenza di Fanari, in piena lotta per il titolo; ancora in via di definizione, invece, la partecipazione di Silvestri.

Lascia un commento