Notizie F1 – Prima analisi Williams FW41

Williams segue Haas nella presentazione della vettura 2018, dandoci la possibilità di intravedere alcuni dettagli che probabilmente ritroveremo sulle due pretendenti al titolo. Partendo dall’antetiore troviamo un’ala anteriore per nulla innovativa ,

ma che cambierà sicuramente prima del debutto in pista. Il muso segue una delle due filosofie, quella di piloni distanti ed allungati verso il posteriore, incanalando l’aria verso il fondo. Immediatamente dopo troviamo un cucchiaio di chiara ispirazione Mercedes; in un nostro articolo avevamo ipotizzato che questo elemento lavorasse con il muso basso e stretto Mercedes, ma evidente me gli aerodinamici Williams sono riusciti ad adattare questo componente al muso a piloni larghi.

 

Atterrando troviamo un bargeboard molto complesso e con molti taglienti;

Image

le corna già presenti nel 2017 si uniscono a questi elementi situati davanti alle pance, con un imbocco molto alto. Davanti la bocca una cornice che guida i flussi dentro ed attorno le pance, con una bandella laterale con alcuni soffiagli. L’Air intake è molto generoso, è possibile vedere il triangolo strutturale dividere in tre l’ovale. Ci aspettiamo quindi anche sulla Mercedes una presa d’aria di notevoli dimensioni. Come vedremo su tutte le monoposto poi un accenno di pinna e, in basso, una T-wing, con estremi discendenti come avevamo visto l’anno passato.
Image

Il posteriore, soprattutto l’estrattore, è molto semplice e lineare, probabilmente questo elemento dovrà ancora evolversi prima del debutto in pista.
Image

Salta all’occhio il puntone della sospensione con attacco molto avanzato, soluzione che ci aspettiamo di rivedere sulle frecce d’argento.
Image

Come nel caso della Haas, l’halo è spoglio, senza elementi aerodinamici aggiuntivi che sicuramente saranno presenti più avanti.

Williams ha comunque scelto di presentare la vettura con un colore, nella parte bassa, che copre e rende poco comprensibili i dettagli.
Riuscirà lo storico marchio inglese ad avvicinarsi al terzetto di vetture che lotteranno per il mondiale?

Ing. Werner Quevedo Twitter

Lascia un commento