Motor Bike Expo 2019

Motor Bike Expo,  giunta alla sua 11° edizione si propone al mondo della motocicletta a 360°, aprendo le porte alla passione per la moto in tute le sue sfaccettature, una passione che l’Italia e gli italiani vantano da sempre, per cui punto di orgoglio e di riferimento fin dalla sua prima edizione.  Quest’anno la fiera internazionale, ed ormai famosissima, ha ampliato gli spazi esterni, per dare voce ai motori grazie a prove e test delle case costruttrici che hanno presenziato immancabili come ogni anno. Spettacolari le performance dei freestyler che hanno divertito il pubblico. Non sono mancati i tanti preparatori da tutto il mondo, ma anche stand di accessori e ricambi: dal casco alle borse in pelle, dalle calzature stile biker a quelle da pista e turismo. Il Motor Bike Expo non si fa mancare nulla ed offre ai suoi visitatori una miriade di attrazioni, tra queste le bellissime ragazze

” ombrellino “

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono

L'immagine può contenere: 1 persona

che completano la cornice di questa singolare manifestazione.

Come promesso nell’anticipazione noi di news.f1, nella persona del nostro inviato Salvo Calabrò, ci siamo recati al Pala expo della fiera di Verona per raccontarvi l’11° edizione del Motor Bike Expo.

Per questo ringraziamo l’organizzazione per averci invitato e concesso l’ingresso stampa.

Una fiera sempre più ricca ed accattivante per via delle molteplici proposte da tutto il mondo, un ambiente variegato ed affascinante, nel quale si respira aria di due ruote in stile differente ma con un connubio, la passione.  Già dal padiglione 1 si viene rapiti dai primi stand, e quando dico ambiente variegato credetemi, perchè si trova davvero tutto.

La nostra attenzione cade subito su un piccolo stand all’ingresso del padiglione 1, che perimetrato da una fettuccia, custodisce al suo interno dei veri e propri gioielli, trasformati artigianalmente da sapienti mani e da un cuore da vero appassionato. Parliamo di uno degli orgogli nazionali, la Vespa, che in questo caso, per mano del Ctr Garage di Monteforte d’Alpone nel veronese, si trasforma in bolide da corsa o in una allegra special dai colori vivaci.

L'immagine può contenere: motocicletta

Il settore custom è davvero interessante per via delle tante moto trasformate e stilizzate dai  customizzatori che espongono, tra questi diverse officine artigiane italiane le quali sfoggiano le loro creature, possiamo citare ad esempio la Vallese Garage, specializzata sulle trasformazioni Harley Davidson con ruota da 32, la quale vanta una lunga storia alle spalle.  Tra le tante realizzazioni abbiamo fissato la nostra attenzione su un customizzatore che ha scelto come ispirazione i Samurai ed a loro dedica la grafica delle sue moto.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Nel perimetro della storica rivista Low Rider si possono ammirare altre pietre miliari non solo custom. Non possono sfuggire all’occhio di un appassionato, le varie personalizzazioni su base giapponese, come le Honda four o le Kawasaki anni 70. Non mancano all’appello le vecchie Bmw rese accattivanti dalle personali trasformazioni.Continuando per i padiglioni lo scenario cambia gradualmente, suscitando l’attenzione per la varietà degli articoli.  Noi abbiamo fatto una bella panoramica ed abbiamo appurato quanto questa manifestazione unica in diversi stili sotto una unica voce ” La motocicletta “

Le moto – Cosa ci ha colpito

Royal Enfield.

Da qualche anno il marchio è stato rilanciato grazie a scelte azzeccate della nuova organizzazione di casa madre e dell’importatore italiano, che ha supportato il progetto ed il lancio. La classica Bullet infatti, è stata ammodernata, rendendola una motocicletta di nicchia grazie alle sue linee retrò e alla possibilità di innumerevoli personalizzazioni. Le scelte cromatiche e la creazione di modelli particolari come la Continental, hanno reso Royal Enfield il marchio della rinascita.

L'immagine può contenere: motocicletta

Allo stand non sono mancate le novità. In bella mostra si fa ammirare la nuova bicilindrica Interceptor 650 . Royal Enfield  ha sviluppato questo nuovo propulsore bicilindrico che la equipaggia, da 650 cc, raffreddato ad aria/olio, capace di erogare 47 cv, il quale gode di un attento sviluppo, infatti è stato adottato un contro albero di bilanciamento atto a ridurre le vibrazioni tipiche del bicilindrico.

L'immagine può contenere: motocicletta e auto

Il nuovo propulsore gode di una erogazione pronta ma lineare, che rende la nuova Interceptor adatta a qualsiasi utilizzo grazie anche all’ausilio dell’iniezione elettronica e l’ABS di serie su entrambi i modelli disponibili in gamma. Una motocicletta sobria ma concreta che si ispira alle moto inglesi anni 50, con grosso serbatoio e ruote a raggi,  ammortizzatori doppi al posteriore e scelte cromatiche in stile vintage. Il prezzo è la nota positiva della nuova Interceptor: intorno i 6.700 euro f.c. Noi con l’occasione l’abbiamo provata, troverete la prova completa all’interno della sezione auto – moto fra qualche giorno.

 

L'immagine può contenere: motocicletta

In bella mostra anche l’ Hymalayan, una enduro stradale monociclindrica ad iniezione da 400 cc, con versioni complete anche di kit borse. Una enduro stradale alta da terra e con una bella strumentazione analogica. Ancora un pò acerba, per così dire, specialmente nel design che sicuramente va curato e rivisto. Non si può però volere la luna visto il prezzo allettante che si aggira intorno i 4.400 euro f.c.

L'immagine può contenere: motocicletta e spazio all'aperto

Indian Motorcycle

La Indian ritenta il lancio già da qualche anno ed è presente in molte manifestazioni di settore. La gamma è abbastanza interessante, si propone con una bella cruiser di partenza, moderna e dalle linee leggere, ma con uno stile aggressivo: La Scout, che prevede tre versioni tutte con motore 1.000 bicilindrico da 88 Nm. E’ la volta della Chieftain, una bella custom cruiser con grande cupolino e motore da 1.811 cc bicilindrico capace di 150 Nm. Bella e possente in stile Indian, vede differenti versioni tra le quali una con parafango anteriore avvolgente, segno distintivo Indian. Completano la gamma la Springfield e la Roodmaster. Tra questi modelli da viaggio vi è presente un grosso display posto all’interno del grande cupolino, con funzioni touchscreen davvero bello e moderno. Tutte ben fatte e dalle scelte cromatiche ben studiate.

 

L'immagine può contenere: persone sedute, motocicletta e spazio all'aperto

 

Moto Guzzi

Immancabile Moto Guzzi, il celebre marchio dell’aquila che ha esposto in bella mostra le sue motociclette amate in tutto il mondo per la propria storia ma anche per il brand divenuto ormai un cult tra gli appassionati: La v7 e la v9 Bobber tra la gamma e l’immancabile California, tourer di carattere della casa di Mandello del lario. Singolare quanto curiosa, la scelta di una postazione da barbiere all’interno dello stand, con barbiere al lavoro e prodotti della Proraso in bella vista, così come la v7 totalmente dedicata allo storico marchio della barberia italiana, con grafiche e loghi dedicati. All’interno dello stand Guzzi in oltre,  abbiamo trovato una postazione dedicata al nuovo trofeo Moto Guzzi ” Fast Endurance “.

Benelli Moto

L'immagine può contenere: 2 persone, motocicletta

Benelli moto nel suo bellissimo stand espone l’intera gamma protagonista dei successi di vendita degli ultimi anni. La storica casa di pesaro affina le armi con i suoi modelli di punta che hanno trovato consensi tra il pubblico, come la Trx 502, una endurona stradale molto bella e ben fatta, bicilindrica dall’aria imponente ma dal cuore piccolo ma vigoroso, il suo motore da 500 cc ed un prezzo davvero interessante visto ciò che offre: aspetto attuale e  ben studiato, posizione alta e comoda, strumentazione digitale, ruote a raggi, ed un corredo da viaggio che comprende il tris di borse. Abs ed iniezione elettronica, non disdegna viaggi e passeggiate fuori porta ma, se cercate i cavalli guardatevi intorno e scegliete altro.

L'immagine può contenere: 1 persona, motocicletta

In gamma la 302 Tornado, piccola bicilindrica da 300 cc sportiva e leggera,  con linee moderne ed aggressive, per un pubblico che è agli inizi o per le ragazze che cercano una moto agile, leggera e bassa da terra. Ancora in gamma il nuovo Leoncino, un concept divenuto realtà grazie al centro stile Benelli, il quale gode del nuovissimo motore bicilindrico in linea Benelli da 500 cc raffreddato a liquido, capace di 48 cv che donano al Leoncino una potenza sufficiente e fluida per tutti gli usi. Una moto leggera e maneggevole, dallo stile moderno ed inconfondibile. Ottima per la città e le passeggiate fuori porta. E’ disponibile anche una versione tipo ” scrambler ” con ruote tassellate stradali.

L'immagine può contenere: motocicletta

Harley Davidson

Immancabile la casa di Milwaukee con uno stand sempre stracolmo di appassionati che si susseguono nel visionare e toccare con mano i magnifici modelli in mostra, tra questi anche molti personalizzati con addirittura una sgargiante Road king di colore verde acceso dedicata alla Porsche, con tanto di fregi della casa tedesca.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Tantissimi gli altri espositori presenti, impossibili da elencare e descrivere, abbiamo potuto solo constatare che il Motor Bike Expo racchiude diversi stili e filosofie di vivere la motocicletta. Lo stand Bmw ampio e luminoso, con pochi modelli ma in bella mostra.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e motocicletta

Honda non si è risparmiata la solita pomposa dimostrazione di potenza commerciale, per via del suo enorme stand che racchiudeva tutti i settori della casa dell’ala: Auto, moto, marine e……i mezzi da lavoro. Tutta la gamma esposta comprese le new, come ad esempio la nuova Goldwing, più snella e dalla livrea sportiva per via del nuovo gruppo ottico. Immancabile la serie cbr, le naked, e le intramontabili Africa twin, custodite all’interno di un perimetro realizzato con pietre e sterrrato, a simulazione dei terreni nei quali si trovano a loro agio le maxi enduro di casa Honda.

Belli gli stand per Suzuki, Yamaha e Kawasaki, le quali presentavano i loro nuovi modelli e confermavano i già conosciuti.

Kawasaki:  Z ed R in bella mostra e complete di tutta la gamma, così come la Versys a partire dalla cilindrata più piccola, la 300.

Suzuki:  V-strom già tanto conosciuta quanto apprezzata, fa bella mostra di sè con diversi modelli a disposizione dei visitatori, anche delle versioni in configurazione da viaggio col kit borse e navigatore satellitare, e ancora tutta la gamma che varia dalla hyper sport alla custom.

L'immagine può contenere: motocicletta

Yamaha: Tenerè e Super Tenerè

L'immagine può contenere: una o più persone e motocicletta

Nessuna descrizione della foto disponibile.

protagoniste indiscusse, visto il grande ritorno dopo anni. Bello lo stand completo di tutta la gamma. In bella mostra un tre ruote futuristico e dalle dimensioni generose.

L'immagine può contenere: 1 persona, motocicletta

Triumph presente anch’essa con tutta la gamma completa: Tiger e Speed Twin hanno attratto parecchi curiosi.

Ktm nel suo stand arancione ha schierato tutta la gamma, comprese le moto da cross ufficiali e la moto da Gp.

L'immagine può contenere: 1 persona, motocicletta

 Tm Racing anch’essa presenta con le moto da enduro e cross, e su una pedana d’esposizione una piccola moto da Gp quattro tempi.

L'immagine può contenere: motocicletta e spazio all'aperto

Accessori

Una miriade di accessori dedicati alla moto, diversi tra loro: scarichi moto da pista e custom, antifurto, lubrificanti.Gli stand di pelle per il settore custom si sono susseguiti con gli articoli più disparati: calzature, gilet, giacche, caschi, selle, borse, anelli e tanto altro. Caschi e tute in pelle per il settore pista hanno dato l’imbarazzo della scelta, così come l’abbigliamento tecnico per il fuoristrada ed il turing. Presente un grosso stand di gomme moto per differenti usi e di tutte le misure. Arai presente col suo stand così come Nolan e Motul lubrificanti.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Franco cuoio – Una realtà tutta Isolana

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sul palco

Girando tra gli stand del settore abbigliamento ed accessori custom, mi sono imbattuto in uno stand di colore arancione, la scritta posta sopra, a facciata, mi ha immobilizzato. La mia mente ha vagato immediatamente verso ricordi di anni addietro, ricordi della mia terra e di personaggi conosciuti e che hanno una risonanza nella grande città di Palermo, la mia città dalla quale manco da diversi anni. Franco cuoio, così lo conosciamo nell’ambiente delle moto, un ragazzo che comincia la sua attività per passione e ne fa una professione realizzando accessori ed oggetti in pelle artigianali e di alta qualità.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Chi non lo conosce a Palermo e nell’ambiente delle fiere in ambito motociclistico. Quando mi sono fatto avanti per stringergli la mano, con un p’ò di emozione lo ammetto, ho fatto fatica a fargli ricordare i vecchi tempi, malgrado la differenza di età, ci siamo rincontrati come due vecchi amici, ricordando i vecchi tempi.

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta

Franco, come dicevo prima, ha cominciato con una piccola bottega nel lontano 1989, e la sua costanza, la sua caparbietà e soprattutto la voglia di affermazione legata a tanta passione, lo hanno portato ad un livello di tutto rispetto, ed oggi ha aperto la sua fabbrica, ingrandendosi e presenziando in tutte le manifestazioni fieristiche a tema. I suoi prodotti artigianali, conservano sempre ottima qualità e stile.

L'immagine può contenere: scarpe

Perciò comprare un articolo Franco Cuoio non è una spesa ma un investimento. Lo potete trovare facilmente su internet e su Facebook.

BACA –  Bikers Against Child Abuse

FASCIA-rev4

Come già detto non possiamo menzionare tutti gli espositori, ma non dimentichiamo quelli che ci hanno colpito di più. In particolare mentre mi aggiravo tra gli stand del padiglione 9, vengo colpito da un folto gruppo di patch club, che portano dietro il gilet il simbolo di un pugno con la scritta BACA. Ma certo sono proprio loro i BACA, i motociclisti che si battono per una causa che è la loro filosofia di vita: la difesa dei bambini. I BACA nascono in america, sono motociclisti che possono dare l’impressione di gruppi fuori legge ma, al contrario, sotto il loro gilet si nasconde un grande cuore. I BACA aiutano i bambini che hanno subito molestie e disaggi, li accompagnano alle udienze durante i processi, stanno vicini ai piccoli e alle loro famiglie, proteggendoli e instaurando con loro un rapporto di fiducia che li fa sentire protetti e liberi di poter testimoniare nei processi, accusando coloro i quali hanno arrecato loro del male. BACA: Bikers Against Child Abuse – http://italy.bacaworld.org/

Le aree esterne – Il motor show e le prove

Le grandi aree esterne hanno quest’anno regalato ai tanti visitatori emozioni e divertimento, grazie ad una serie di manifestazioni sportive e test. Gare di drifting hanno intriso l’aria di fumo rilasciato dalle gomme che scaricavano i cavalli a terra. Spettacolari le Bmw M3 che hanno dato spettacolo girando di traverso all’interno del perimetro adibito a pista, perchè il Motor Bike Expo è anche quattro ruote dal carattere sportivo e non, vista la presenza di auto americane d’epoca e moderne. I freestyler hanno realizzato evoluzioni in sella alle proprie moto tra la meraviglia e gli applausi del pubblico. Aree dedicate anche alle prove moto e veicoli elettrici, come la Royal Enfield che ha offerto a chiunque lo avesse voluto, una giornata intera di prove sulle proprie moto.

Area food

Superfluo dire che le aree food non sono mancate in ogni parte della fiera, con infinite possibilità di scelta sui cibi. Di tutto di più tra le postazioni che hanno offerto le loro proposte al pubblico. Pietanze regionali da ogni parte d’Italia, primi piatti ed enormi grigliate erano a disposizione dei visitatori. Postazioni bar con ciambelle e dolci tipici, gelati e birra alla spina. Del resto il connubio buon cibo/moto è inevitabile!

Conclusioni

Motor Bike Expo, una manifestazione densa di passione ed attività che ha visto protagoniste le moto ed i motociclisti, unitamente al mondo che li circonda, connubio imprescindibile. Ben organizzata e strutturata, specialmente per la sicurezza e l’assistenza sanitaria a garanzia del pubblico e degli espositori. Un mondo assolutamente da vivere e ricordare. Un luogo di aggregazione senza bandiere e senza fronzoli, nel quale puoi scoprire la tua prossima moto,incontrare vecchi e nuovi amici e trovare tutto ciò che ti serve per cavalcarla in libertà. Motor Bike Expo, appuntamento al prossimo anno!

Lampeggi a tutti!