MISANO GARA 1 E GARA 2 VA IN SCENA UNA PIOGGIA IRREALE

GARA1

Vince la coppia Riccardo Agostini e Daniel Zampieri il secondo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo in programma al Misano World Circuit. L’equipaggio del  Team Antonelli Motorsport al volante della Lamborghini Huracan si è imposto in gara 1 delle classi Super GT3 e GT3, precedendo di circa 15 sec. la BMW M6 di BMW Team Italia condotta da Stefano Comandini e Alberto Cerqui e di circa 23 sec.  i compagni di squadra Valente e Veglia; in GT3 il successo è andato alla Ferrari 458 Italia di Benucci-Niboli  del Team MP1 Corse al suo esordio in questa stagione, davanti alla vettura gemella di La Mazza-Magli  di Easy Race ed alla Porsche GT3R del Team Ebimotors condotta dalla coppia Venerosi-Baccani.  Una splendida vittoria quella di Antonelli Motorsport  con un gran lavoro di Zampieri che ha tenuto con ottimi tempi la 2° posizione per tutto il primo stint sempre alle spalle di Stefano Gai autore della pole position imprendibile al via; Il pilota milanese, che ha corso da solo in quando Mirko Venturi non ha partecipato alla gara, primo in classifica Super GT3 dopo le due vittorie di Imola, ha dovuto pagare necessariamente scontare l’handicap tempo di 30 secondi alla sosta ai box,  rientrando in pista in settima posizione; ricordo che in questo week end la Pirelli ha autorizzato la sostituzione degli pneumatici durante il cambio Pilota a causa di una anomala usura degli pneumatici. Dopo il primo stint è salito al comando della gara Agostini subentrato a Zampieri mettendosi davanti a Treluyer e Malucelli, che davano vita ad un vibrante duello per le posizioni del podio; Al 20° passaggio i due piloti entravano in contatto e la direzione gara decideva di penalizzare con un drive through il Pilota francese ritenuto responsabile dell’accaduto che lo portava in 9° posizione, mentre Malucelli ripartiva  6°; nella parte finale duello tra il Pilota della Scuderia Baldini  con Stefano Gai (BlackBullRacing, Ferrari 488), che riusciva a passare al 25° giro con il pilota milanese tentava più volte di riprendersi la posizione. Alla bandiera a scacchi Agostini in coppia con Zampieri, andava così a cogliere la prima vittoria della stagione davanti ad Alberto Cerqui che aveva sostituito Stefano Comandini autore di un primo stint tutto d’attacco e con scaramuccia con Eddie Cheever III. Sul terzo gradino del podio salivano Veglia e Valente al termine di una gara prudente e sempre molto costante dietro di loro Leo-Baruch, Cheever-Malucelli, Stefano Gai e la coppia Beretta-Frassineti di Ombra Racing che hanno disputato una gran bella gara con Frassineti che ha dovuto scontare i 20 secondi di handicap tempo per la gara di Imola, dietro l’equipaggio Pastorelli-Pezzucchi  hanno portato la Mercedes AMG GT3  sul terzo gradino del podio tra gli equipaggi non prioritari mentre in nona posizione si sono classificati Ghirelli-Treluyer; il pilota Pugliese è stato protagonista di un bellissimo 1° stint tenendo la 4° posizione, ma nel 2° stint la penalizzazione del pilota francese ha privato l’equipaggio di Audi Sport Italia di un piazzamento che poteva essere a podio;  infine 10° la coppia Cassarà-Gentili mentre Schirò-Melo (Ferrari 488-Easy Race) si sono ritirati per un contatto. Una nota di ‘colore’ a fine gara proprio dietro il podio, Federico Leo ha avuto una discussione con Stefano Comandini, ma i due non sono venuti a contatto, piuttosto Leo cercava di ‘difendere’ il suo amico Eddie Cheever III (Scuderia Baldini), accusando il pilota BMW di non averlo fatto passare in più di una occasione, in realtà è capitato che la Ferrari in molte occasioni non è riuscita a mettere mezza vettura a fianco della Bmw e quindi Comandini ha chiuso più volte la porta difendendo la posizione in maniera forte ma mai scorrettamente.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

GARA2

Leggere nuvole appaiono sulla pista e poche gocce costringono i commissari ad esporre il cartello  Wet Race, tuttavia nessuno cambia gli pneumatici e si parte con  Alex Frassineti in pole position con un brivido visto che i meccanici hanno dovuto risolvere un piccolo problema poco prima del via. Alex parte bene mentre Malucelli astutamente recupera una posizione, la Mercedes AMG GT3 di Pastorelli passa Veglia (Antonelli MotorSport) mentre la sfortuna si abbatte di nuovo su Audi Sport Italia, infatti Treluyer viene tamponato proprio da Pastorelli che sconta un drive Through. Al 3° giro Stefano Gai vede incendiarsi qualcosa al posteriore della sua Ferrari 488 e deve rientrare forzatamente dopo che la direzione gara espone la bandiera nera col punto arancione; un detrito si è attaccato agli scarichi e prendeva fuoco ‘a tratti’ peccato perche il Pilota di Black Bull Racing avrebbe potuto lottare per il podio;  prima della sosta forzata Frassineti era 1° davanti a Gai e Malucelli; duello al 7° giro con Baccani (Ebimotors) che recupera di forza su La Mazza (Easy Race) mentre Malucelli (Scuderia Baldini) va largo e lascia passare Agostini (Antonelli MotorSport) che si prende il 2° posto; Baccani sembra in stato di grazia e passa La Mazza proprio mentre Pastorelli, molto aggressivo, tocca la Ferrari di Ishikawa (Af Corse) ma entrambi vanno in testa-coda. Gran lavoro di Alex Frassineti che allunga sugli avversari; arriva il momento dei cambi e dopo che tutti hanno fatto la sosta (col cambio gomme), Beretta che è subentrato a Frassineti è 1° davanti a Eddie Cheever III (Scuderia Baldini) e Zampieri che ha preso il volante di Agostini (Antonelli MotorSport); la gara prosegue con alcuni ‘numeri’ ma con posizioni pressoché stabili; da rilevare i 46 sec. di penalty inflitti a Magli (Easy Race) per una errata sosta ai box; Baccani che spesso allarga in curva e l’aggressività dei Piloti BMW Team Italia che finiscono 5° a 22 sec. dalla vetta e a 5 sec. dal 4° posto; oggi l’equipaggio di BMW ha dovuto comunque scontare 10 sec. di handicap per il 2° posto di gara 1 disputata ieri.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Marco Asfalto

FOTO ACI SPORT ITALIA

Share Button