Leclerc-Raikkonen, anche Sebastian Vettel dice la sua

Sebastian Vettel dichiara che non c’è ” nessuna fretta ” per il passaggio di Charles Leclerc in Ferrari, cosicché il pilota monegasco non debba sentire con la pressione del peso di dover gareggiare per la Ferrari nel prossimo campionato di Formula 1.
La carriera del monegasco Leclerc, pilota della “Ferrari driver accademy” è stata una continua ascesa verso la Formula 1, dopo la doppia vittoria consecutiva dei titoli di campione GP3, col successivo approdo in Formula 1 con la Sauber nel 2018.

Leclerc fino al Gran Premio di Gran Bretagna è riuscito ad entrare in Q2 in sette GP consecutivi, con 4 apparizioni in Q3, e ha ottenuto 13 punti in cinque dei primi 10 gran premi, pur non terminando la gara di Silverstone a causa d’un problema tecnico al pit stop.

La forma a dir poco positiva in questo inizio di stagione ha alimentato le speculazioni su un suo approdo in Ferrari nel 2019, dove prenderebbe il posto del finlandese Kimi Raikkonen in scadenza di contratto con la scuderia di Maranello.

Sebastian Vettel, parlando in vista del suo Gran Premio di casa in Germania, ha sottolineato il buon lavoro sia di Leclerc sia del suo attuale compagno di squadra, (campione del mondo con la Rossa nel 2007, ad ora ultimo campione del mondo con la Ferrari), Kimi Raikkonen.
Alla domanda di un giornalista, che gli chiedeva se avesse una preferenza per la permanenza in Scuderia di Kimi Raikkonen, il tedesco ha risposto:

“Sarei felice di continuare così, ma non spetta a me decidere”.

“Penso che Charles, in un modo o nell’altro, avrà una grande carriera, è un grande ragazzo, è veloce, ha tutto”,

“Voglio dire che non ha fretta, è giovane ma se sei il più giovane sei sempre di corsa con tutto”.

“Penso che Charles, in un modo o nell’altro, avrà una grande carriera, è un grande ragazzo, è veloce, ha tutto.

“Non so quando, cosa e in definitiva chi [ndr. sarà alla Ferrari]”,

“Ma per me non ha molta importanza, penso che sia chiaro dove sarò il prossimo anno, entrambi sarebbero adatti per [essere] in squadra”.

Vettel aveva già commentato che lui e Raikkonen “andavano d’accordo, e che non avevano mai avuto problemi.

“Penso che il modo in cui gestiamo le cose sia molto simile, molto semplice, è bello lavorare con lui, ed è ottimo per la squadra”,

“Ma non è una mia decisione, quindi vedremo cosa accadrà”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo di 20 anni, studente di giurisprudenza (presso l'UniBa) ma appassionato di Formula 1 fin da bambino e tifoso della Ferrari, ma quando scrivo metto da parte ogni fede e divento il più imparziale degli imparziali. Tifoso di Kimi Raikkonen e Fernando Alonso ma allo stesso momento di ogni pilota che passa sul sedile della rossa di Maranello. Il mondiale? Mi auguro che lo vinca sempre il migliore.